motorola-razr

Motorola ha presentato questa settimana la nuova versione del suo classico cellulare “a conchiglia” Razr V3 del 2004, il dispositivo rivoluzionario originale che è diventato uno dei telefoni cellulari più venduti al mondo.

Questo nuovo telefono cellulare ha uno schermo di plastica pieghevole da 6,2 pollici che, quando chiuso, si unisce a un altro schermo più piccolo (flessibile) e mostra le notifiche nel suo guscio esterno.

La seconda schermata che si vede quando pieghiamo il dispositivo si chiama “Quick View”. In esso, è possibile rispondere ai messaggi (usando una risposta fissa o una nota vocale), ricevere chiamate ed effettuare pagamenti senza contatto. Inoltre, proprio sotto quello schermo c’è il sensore di impronte digitali.

Il dispositivo avrà 128 GB di memoria interna, che non può essere espansa, e 6 GB di RAM. Oltre a queste caratteristiche, il nuovo modello Razr è impermeabile.

Una delle cose più impressionanti di questo Motorola è che ha una fotocamera principale che può essere utilizzata anche in modalità frontale quando il cellulare è chiuso. Questo sensore principale ha 16 megapixel di risoluzione, doppio flash LED e autofocus laser. La fotocamera posteriore diventa anteriore quando si chiude il telefono.

Il suo prezzo sarà di 1.500 dollari e sarà lanciato negli Stati Uniti il ​​26 dicembre. E dovrebbe uscire nel 2020 in altri mercati.

 

La piega che è stata considerata impossibile

Motorola presume il suo risultato: fare una piega perfettamente allineata con l’altra estremità quando chiusa. “La nostra cerniera a spazio zero ci ha permesso di portare sul mercato un dispositivo che si chiude completamente a metà. Molti non credevano che potessimo farlo, ma lascia che ti dica che è divertente lavorare su qualcosa che tutti pensano sia impossibile“, ha affermato Glenn Schultz, direttore dello sviluppo prodotto. “Con il nuovo Razr abbiamo dovuto ripensare a come progettare un telefono“.

Il nuovo Razr è considerato dagli analisti una dichiarazione di innovazione tecnologica da parte di Motorola, che fa parte del colosso cinese Lenovo da quando è stata acquisita nel 2014 dal suo precedente proprietario, Google.

Ben Wood, di CCS Insight, consulente britannico, ha dichiarato alla BBC che “nell’era attuale di telefoni cellulari simili, rettangolari, neri e con touchscreen, il nuovo Motorola Razr ha il potenziale di portare un po’ di entusiasmo sul mercato“. Ha anche aggiunto: “Non ho dubbi che Lenovo avrà difficoltà a soddisfare la domanda non appena sarà in vendita“.