trump-salute-mentale

Almeno 350 esperti hanno firmato una lettera al Congresso sul presunto deterioramento della salute mentale di Donald Trump. Sebbene non sia un nuovo avvertimento, la situazione meritava ancora una volta un allarme, secondo tali esperti.

In una lettera inviata al comitato giudiziario della Camera dei rappresentanti, i medici considerano la situazione del presidente degli Stati Uniti molto più grave di quella finora considerata e chiedono ai legislatori di tener conto del fatto che il suo stato mentale lo sta rendendo “pericoloso”. Alcuni degli specialisti che hanno firmato questa lettera erano Bandy Lee – psichiatra di Yale -, Jerrold Post – ex profiler della CIA – e John Zinner – psichiatra della George Washington University.

I tre ha affermato di essere pronti a testimoniare l’effetto dell’impeachment sulla salute mentale del Presidente. “Sollecitiamo il Congresso a prendere sul serio questi segnali di pericolo e limitare i loro impulsi distruttivi“, recita la lettera inviata.

 

Quali sono i “sintomi allarmanti

Alcuni dei segni preoccupanti sono il proverbiale ego, reazioni chiamate “rabbia narcisistica”, la proiezione delle proprie debolezze come attacchi verso gli altri e il processo decisionale senza empatia, sensibilità, persino razionalità.

Secondo gli esperti, gli apprezzamenti aggressivi e gli insulti frequenti che Trump lancerà sugli avversari saranno effettivamente la proiezione di ciò che sente di se stesso, un altro segno della gravità del suo stato mentale. Pertanto, il gruppo di esperti avverte che i rischi in questione dovrebbero essere considerati, in particolare per le decisioni sulla sicurezza nazionale e geopolitiche.

Questo, tuttavia, non è un nuovo avviso. Nel 2017, un gruppo di professionisti della salute ha firmato una lettera dicendo che erano preoccupati per la “grave instabilità emotiva” esibita dal presidente degli Stati Uniti.

Quell’anno, la germofobia, ovvero la paura patologica per la sporcizia, l’inquinamento e i batteri è stata una delle sindromi attribuite al presidente, che aveva paura di stringere la mano e premere i pulsanti sull’ascensore. Donald Trump ha ammesso di evitare di toccare i suoi figli quando non si sentono bene e di tenere sua moglie, Melania, dai luoghi pubblici. Più tardi, quello stesso anno, Donald Trump ha ammesso la possibilità di soffrire di un qualche tipo di disturbo psicologico.

L’anno seguente, nel 2018, il medico della Casa Bianca ha assicurato che la salute mentale del Presidente degli Stati Uniti è “eccellente”. Questa opinione è stata contrastata da un ex funzionario della Casa Bianca che ha affermato che Donald Trump ha mostrato “un declino mentale che non può essere negato“.