droni

Uno dei migliori piloti di droni al mondo ha battuto nove droni pilotati da computer in occasione di una corsa ad ostacoli durante un evento. Il pilota svizzero Gabriel Kocher indossava uno speciale tipo di occhiali in grado di facilitargli la visuale e seguire in ​​prima persona il suo drone durante tutto il tragitto, che ha completato in soli sei secondi. Il drone automatizzato più veloce, finora detentore del record, completò il percorso in 12 secondi senza l’uso del GPS o di alcun intervento umano e vinse un premio di un milione di dollari.

droni

 

Il team vincitore ha battuto altri nove piloti di droni, completando il percorso in un tempo record di sei secondi

Gli organizzatori della Drone Racing League prevedono che i droni che sfruttano l’intelligenza artificiale saranno in grado di dominare la competizione entro il 2023. Il primo evento di corse robotiche a intelligenza artificiale è stato il risultato di una collaborazione tra il colosso aerospaziale Lockheed Martin e la piattaforma di crowdsourcing HeroX. “Il nostro team ha lavorato duramente in ogni fase del progetto per portare sul tavolo una soluzione che fosse affidabile e soprattutto veloce“, ha dichiarato il team vincitore MVLab. “Siamo orgogliosi di aver vinto nonostante i concorrenti estremamente capaci che abbiamo dovuto affrontare“.

droni

Il dottor Steve Wright, ricercatore in avionica e sistemi aeronautici presso la University of the West of England, ha dichiarato in proposito: “Dieci anni fa, se avessi bisogno di un processore in grado di risolvere problemi come far volare un drone attraverso un percorso, probabilmente mi sarei trovato davanti un marchingegno dalle dimensioni di uno sgabello, che avrebbe funzionato con sforzi talmente grandi da diventare bollente. Ma ora, le dimensioni di questi componenti non superano quelle di una carta da gioco, e soprattutto non diventano poi così caldi“.