smartphone-gambling

C’è un nome dietro la grande esplosione del gambling degli ultimi anni. Anzi, c’è un oggetto. Se il gioco è arrivato anche nelle fette di popolazioni più impensate, se l’azzardo ha raggiunto numeri che lo fanno diventare una vera e propria industria, il merito è soprattutto del cellulare.

 

La rivoluzione tecnologia e l’influenza del mobile

La rivoluzione tecnologica infatti pesa tantissimo nell’insieme del gioco e la diffusione degli smartphone è indicata dagli esperti come la vera e propria svolta degli ultimi anni. La considerazione è semplice: se i primi anni Duemila erano stati gli anni del computer, adesso si sta assistendo al sorpasso del mobile che è più economico, più facile da usare, più intuitivo per tutti, oltre ad essere uno strumento vitale per interagire con la società. Secondo i dati resi noti dal Garante delle Comunicazioni AGCOM, sono 49.19 milioni gli utenti mensili in Italia, che si collegano ad internet usando un cellulare. Stiamo parlando dell’83% della popolazione: su 59 milioni di abitanti sono ben 43 gli utenti di internet, con una penetrazione del 73%.

Numeri che vanno a braccetto con altre statistiche, quelle relative agli appassionati di sport, soprattutto di calcio, in Italia. Stiamo parlando di 22 milioni e 440 mila persone, che seguono almeno una squadra di Serie A, con 17mln che lo fanno quotidianamente attraverso la TV gratuita, 13 mln invece sono abbonati alle Pay TV, mentre 17.5 milioni affermano di informarsi e di seguire il calcio solo attraverso Internet e giornali.

 

L’effetto del mobile sul settore delle scommesse sportive

Che relazione ha tutto questo con il gioco? Centra soprattutto per spiegare l’impennata del dell’industria del Betting, un fenomeno in costante crescita, grazie alla tecnologia avanzata dalle app dedicate alle scommesse sportive, che sfruttano funzionalità all’avanguardia come statistiche aggiornate, quote maggiorate e velocità di connessione.

Per fare un esempio della crescita del settore, basta guardare ai Mondiali di Russia 2018, quando in tutto il mondo sono state 3.572 miliardi le persone che hanno seguito la rassegna iridata. A renderlo noto è stata la la Federazione Publicis Media Sport & Entertainment che ha evidenziato dei picchi durante gli eventi della rassegna mondiale, dove si sono superati i 2.50 miliardi di spettatori per almeno mezz’ora. Tutto questo ha trovato una traduzione in termini di raccolta e spesa per l’industria del gioco d’azzardo: nel nostro paese, nel 2018, il giro d’affari delle scommesse sportive è arrivato a 1.484 miliardi per la spesa complessiva, in crescita del 10.8% rispetto ai 1.337 miliardi del 2017, con un flusso di vincite di 9.4 miliardi di euro.

Tutto merito degli smartphone, verrebbe quasi da dire.