olii-essenziali

Gli oli essenziali hanno un buon odore ma, se ingeriti per via orale, possono causare molti problemi, tra cui una grave tossicità, potenzialmente letale. Studi recenti hanno dimostrato che l’avvelenamento con oli essenziali è stato sempre più comune e più grave in Europa e negli Stati Uniti. Le ultime cifre per l’Australia mostrano una tendenza simile.

Secondo l’articolo pubblicato nel mese di novembre sulla rivista The Medical Journal of Australia, il nuovo studio ha analizzato i dati del Centro di informazione del New South Wales, che gestisce circa la metà di tutte le chiamate al Centro di Informazione sulla Avvelenamento in tutto il Paese.

Tra luglio 2014 e giugno 2018, l’organizzazione ha riportato 4.412 casi di avvelenamento con olii essenziali, circa due terzi dei quali hanno coinvolto bambini di età inferiore ai 15 anni. Il numero di chiamate è aumentato da 1.011 nel 2014 e 2015 a 1.177 nel 2017 e nel 2018, con un aumento considerevole del 16%. 

 

Un problema non trascurabile

Gli olii essenziali sono composti chimici volatili – ossia evaporano a basse temperature – che vengono estratti dal materiale vegetale attraverso un processo di distillazione che tipicamente coinvolge il vapore. Il loro nome si riferisce al fatto che contengono l’essenza della fragranza della pianta e, come tale, sono noti per il loro aroma gradevole.

Utilizzati in profumi, saponi, bruciatori di incenso e ausili per l’aromaterapia, si dice che gli oli essenziali giovano alla salute generale rilassando il sistema nervoso. Tuttavia, alcuni fornitori suggeriscono anche l’applicazione topica degli oli o l’ingestione orale, cosa a cui gli autori dello studio avvertono fortemente.

Di coloro che sono entrati in contatto con il centro, circa l’80% ha ingerito accidentalmente oli essenziali dopo aver confuso la bottiglia con qualcos’altro – come lo sciroppo per la tosse – o un errore terapeutico (13%). Tuttavia, 105 persone – il 2,4% del totale – hanno deliberatamente preso gli oli a causa di disinformazione sulla sicurezza e l’efficacia di farlo.

Secondo i ricercatori, gli oli essenziali possono “causare grave tossicità se ingeriti e il rischio dipende dall’olio utilizzato. L’inizio della tossicità può essere rapido e piccole quantità (fino a cinque millilitri) possono causare tossicità potenzialmente letale nei bambini“, hanno spiegato. “Gli effetti clinici comprendono vomito, depressione o eccitazione del sistema nervoso centrale e polmonite da aspirazione.”

D’altra parte, alcuni oli possono interferire con l’equilibrio ormonale del corpo. Alcuni studi hanno dimostrato che l’olio di lavanda e tea tree contiene composti che imitano gli estrogeni e inibiscono il testosterone. Ciò ha portato a un piccolo numero di casi di ginecomastia prepuberale, in cui i ragazzi hanno sviluppato seni ingrossati dopo aver applicato ripetutamente oli sulla pelle. I sintomi sono scomparsi quando i ragazzi hanno smesso di usare gli oli.