Huawei Watch GT 2

Lo Huawei Watch GT 2 è lo smartwatch da acquistare subito se state cercando il meglio che il mercato possa offrire, sia in termini di caratteristiche tecniche che prestazionali, tutte condite da un prezzo non particolarmente elevato, al giorno d’oggi inferiore ai 200 euro.

Esteticamente lo Huawei Watch GT 2 è un connubio di eleganza e sportività, il quadrante in vetro 3D senza cornici è durevole, nonché completamente resistente all’acqua e alla polvere. La ghiera è fissa, la scocca è veramente bella ed interessante anche nella nostra colorazione titanium grey; all’acquisto verrà fornito il cinturino in silicone, l’utente potrà comunque acquistare cinturini aggiuntivi (a noi è stato fornito a maglie in acciaio) di svariati colori per il miglior abbinamento possibile.

Lo Huawei Watch GT 2 viene commercializzato in due versioni differenti, la 46mm e la 42mm, le differenze ci sono e non riguardano solamente l’estetica (batteria in primis); la nostra prova è stata completata sul 46mm, con dimensioni quindi di 45,9 x 45,9 x 10,7 millimetri di spessore (cinturino standard per misure del polso da 14 21cm) ed un peso di soli 41 grammi. Una volta indossato vi dimenticherete davvero di averlo, è comodissimo e molto leggero; abbiamo apprezzato la presenza di fitte posizioni a cui poter agganciare il cinturino.

 

Huawei Watch GT 2: caratteristiche tecniche

Il display è un 1.89″ AMOLED con risoluzione 454 x 454 pixel, completamente a colori e touchscreen, ma non multitouch (sono attive soltanto le funzioni di tocco e scorrimento). La qualità dei colori e della reattività al tocco è davvero da top di gamma, si vede perfettamente al sole, di notte non abbaglia grazie al sensore di luminosità integrato, ma sopratutto non consuma troppa batteria.

Il processore è il Kirin A1 con design a doppio chip, il primo componente indossabile interamente sviluppato e prodotto da Huawei. I risultati anche in questo caso sono stati ottimi, in circa 2 settimane di utilizzo 24 ore al giorno siamo rimasti colpiti dalla velocità di navigazione nei menù e dal consumo intelligente della batteria; grazie agli algoritmi 2.0, infatti, lo smartwatch è in grado di ottimizzare autonomamente l’utilizzo di quest’ultima, e lo fa davvero molto bene.

Il problema più grande di ogni indossabile sono proprio i tempi di utilizzo tra una ricarica e l’altra, ebbene lo Huawei Watch GT 2 è quasi imbattibile (tra i modelli con display AMOLED); nel nostro test abbiamo potuto verificare una durata di almeno 7 giorni di utilizzo continuativo, con qualche attività con GPS attivo e sensore del battito cardiaco attivato 24 ore su 24.

Altro punto a favore del dispositivo in questione è proprio la presenza del chip GPS integrato, l’utente potrà localizzare le attività senza dover condividere il segnale dello smartphone. Grazie alla presenza di memoria interna, inoltre, tramite il collegamento fisico al PC sarà possibile caricarvi fino a 500 brani da riprodurre direttamente tramite lo Huawei Watch GT 2 oppure collegando quest’ultimo un paio di cuffiette bluetooth.

Le sorprese non finiscono mai, il dispositivo presenta microfono altoparlanti integrati, potrete quindi sia ascoltare la musica, attivare le sveglie sentendo la suoneria uscire direttamente al vostro polso, abilitare notifiche sonore (con cicalino simile allo smartphone, oltre che con la vibrazione) e ricevere indicazioni/incitamenti dal personal trainer durante gli allenamenti.

Concludono le specifiche tecniche la totale impermeabilità fino a 5 atmosfere, la connettività bluetooth 5.0, i sensori accelerometro, giroscopio, luce ambientale e barometrico, nonché ovviamente per il battito cardiaco posizionato nella parte posteriore (tecnologia TruSeen aggiornata alla versione 3.5 per una maggiore efficienza ed accuratezza).

 

Huawei Watch GT 2: prestazioni, utilizzo e applicazione

L’applicazione ufficiale la conosciamo tutti, da tempo Huawei ha disabilitato il funzionamento dei software specifici che trovate sul Play Store, indirizzando gli utenti all’utilizzo della classica Huawei Health. Esteticamente molto ben fatta, minimale e semplice da utilizzare, permette di accedere ad ogni singola informazione in rapidità; gli allenamenti sono visualizzati a parte, con anche il tragitto misurato dal chip GPS dello smartwatch disegnato su mappa.

Lo Huawei Watch GT 2 nasce per essere utilizzato per il fitness, ma è lontano dai fitness tracker o similari di Fitbit, pur riuscendo comunque a svolgere perfettamente il proprio lavoro. Dai menù interni (navigabili con il touchscreen o tramite i due pulsanti fisici sul lato destro del quadrante) è possibile scoprire i passi, le calorie bruciate, la qualità del sonno, il battito cardiaco e così via; di base vengono visualizzati solamente i risultati delle ultime 24 ore, ma posizionandosi nella sezione attività sarà possibile leggere il riepilogo della scorsa settimana. I dati sono sempre risultati essere affidabili e precisi, forse leggermente fuori fase il monitoraggio del sonno, considera che stiamo dormendo anche quando ad esempio ci corichiamo a leggere un libro (pur facendolo rientrare nella fase “sveglio”). Veramente interessante la modalità Stress, un indicatore che vi permetterà di capire il livello dello stress e, in tal caso, suggerirà alcuni passi da seguire per riuscire a rilassarsi (come la respirazione accompagnata dall’applicazione).

Nel momento in cui avviate l’attività lo Huawei Watch GT 2 offre il meglio di sé, in pochissimi secondi aggancia il segnale GPS e non lo mollerà più fino a quando non porrete fine all’esercizio. Nella schermata vengono visualizzate tantissime informazioni professionali: intensità allenamento, tempo di recupero, effetto aerobico o anaerobico, VO2 Max e tutte le informazioni di base accompagnate da un personal trainer vocale che vi guiderà in base allo scopo dell’allenamento. Da segnalare la possibilità di utilizzarlo anche per il Nuoto con punteggio Swolf, nonché per la macchina ellittica (oltre a tantissime altre attività).

 

Watch GT 2: aspetti positivi e negativi

In conclusione lo Huawei Watch GT 2 ci è piaciuto tantissimo, l’estetica lo rende uno dei più accattivanti ed in grado di risultare sia sportivo che elegante allo stesso tempo, il prezzo e le caratteristiche tecniche complessive lo trasformano nel top di gamma che stavamo aspettando da mesi. Gli aspetti positivi sono:

  • Display e processore davvero difficili da battere.
  • Batteria super per un dispositivo con schermo AMOLED, è davvero difficile pensare di raggiungere almeno 7 giorni di carica.
  • Impermeabilità fino a 5 atmosfere, si può utilizzare sotto la doccia o per nuotare senza problemi.
  • Altoparlante e microfono integrati per chiamare via bluetooth (è necessario essere collegati allo smartphone) o ascoltare la musica grazie alla memoria interna (controllando anche la riproduzione ed il volume delle canzoni avviate sullo smartphone).
  • Esteticamente bellissimo.
  • Chip GPS integrato.
  • Tantissime attività riconosciute con dati precisi e professionali.

Elencando invece i negativi:

  • Se ricevete più notifiche dalla stessa applicazione, ad esempio Gmail, verrà visualizzata sempre l’ultima. Non è possibile rispondere alle notifiche.
  • Assente un assistente vocale.
  • Vibrazione non fortissima, potreste non sentirla in attività.
  • Le chiamate sono possibili, ma potrete richiamare dallo smartwatch solo se risulta come chiamata persa, in caso contrario non potrete avviarla in autonomia (senza aver importato i contatti sull’app Huawei Health).
  • Le attività non vengono riconosciute in automatico.
  • La misurazione del sonno non è sempre precisissima.

Per ogni altra considerazione in merito allo splendido Huawei Watch GT 2, ecco di seguito la nostra videorecensione completa.