Un nuovo anno è appena iniziato, un anno che segna l’inizio di un nuovo decennio e che è stato ricco di eventi per quanto riguarda l’astronomia. Ed ecco dunque il momento di dare uno sguardo a che cosa ci riserva questo inizio di una nuova decade.

La NASA ha infatti già pronto lo Sky Events Calendar con tutti gli eventi di astronomia del 2020. Diamo dunque uno sguardo a quelli che saranno i momenti più importanti per il cielo di questo nuovo anno.

 

Cosa aspettarci dalla luna nel 2020

Come ogni anno la Luna ci sembrerà più grande del solito in quattro occasioni diverse, ovvero quando il nostro satellite si trova alla sua minima distanza dalla Terra durante il plenilunio. Il nome corretto di questo particolare evento è infatti perigeo lunare, ma tutti noi lo conosciamo meglio come la Superluna, che si verificherà il 9 febbraio, il 9 marzo, l’8 aprile ed il 7 maggio.

Ma la Luna ha in serbo anche altre sorprese per noi. Anche quest’anno infatti non mancheranno le eclissi. L’ombra della Terrà oscurerà il nostro satellite, parzialmente o completamente nella sua fase di plenilunio, anche nel 2020. In questo inizio di decennio vi saranno 4 eclissi lunari. La prima sarà il 10 gennaio alle 20:21, quando la Luna attraverserà l’ombra parziale della Terra. Potremo osservare questa prima eclissi in Europa, Asia, Africa, Oceano Indiano e Australia occidentale.

La seconda sarà invece a metà anno, il 5 giugno alle 21:25, e sarà visibile anch’essa in Europa, Africa, Asia, Australia ed Oceano Indiano. La terza cadrà esattamente dopo un mese, ovvero il 5 luglio alle ore 06:30 e potrà essere ammirata dall’Africa occidentale, dall’Oceano Pacifico orientale, dal Nord e Sud america e dall’Atlantico occidentale.

L’ultima eclissi invece si mostrerà un mese prima che anche il 2020 finisca, quindi il 30 Novembre alle 10:44. Ma potranno osservarla solo gli appassionati di astronomia che si trovano in Nord America, nel Nord-est asiatico o nell’Oceano Pacifico.

 

Due eclissi di Sole per gli appassionati di astronomia

Anche il Sole ha in serbo alcune eclissi, ma purtroppo non riusciremo a vederle dall’Italia. Se proprio non volete perdervi questi eventi, ecco dove dovrete andare in vacanza per poterle osservare. La prima eclissi infatti sarà visibile in Africa centrale, Arabia Saudita, India settentrionale e Cina. Si tratterà di un eclissi anulare totale che avrà luogo il 21 giugno alle 08:40 (ora italiana) secondo la NASA.

La seconda ed ultima eclissi di questo 2020 invece sarà visibile in Cile e Argentina e si verificherà il 14 dicembre alle 17:15 (ora italiana). Sarà un eclissi totale in cui il nostro satellite oscurerà tutto il disco solare.

 

Anche nel 2020 non mancheranno le piogge di meteore

Ovviamente in questo 2020 gli appassionati di astronomia non rimarranno senza meteore. Non possono di certo mancare le occasioni per ammirare uno degli eventi astronomici più popolare e largamente apprezzato. Ed avremo occasione di ammirarne appena iniziato l’anno. Tra pochi giorni, precisamente il 4 gennaio, ci sarà infatti il passaggio delle Quadrantidi. Mentre quest’anno il picco massimo delle Perseidi sarà il 12 agosto e quello delle Leonidi il 17 novembre. Come sempre chiuderanno l’anno le Geminidi, che nel 2020 avranno il loro massimo il 14 dicembre all’01:35.