Passare alle fonti di energia rinnovabile è importante e notizie come queste fanno piacere. Al largo delle coste del Portogallo è stata posizionata e resa operativa la più grande turbina eolica galleggiante al mondo. Si tratta della prima di tre, un piccolo gruppo che insieme garantiranno la produzione di elettricità per ben 60.000 famiglie. Un così simile output di energia è dovuto alla forza del vento presente in mare e in oceano.

Ovviamente rendere operative certi colossi in posti così al limite è difficile, 20 chilometri dalla terra ferma. Giusto per dare qualche numero, l’attuale piattaforma marchiata WindFloat è ancora al fondale marino che si trova 100 metri più in profondità. L’altezza fuori dall’acqua è di 30 metri.

 

Energia dal vento

Le parole dell’amministratore delegato che ha permesso la costruzione di questo progetto, la Principle Power: “La messa in servizio del progetto WindFloat Atlantic dimostra la maturità e la prontezza commerciale della tecnologia eolica offshore galleggiante. L’ampio dispiegamento di questa tecnologia rivoluzionaria nel mondo rafforzerebbe la sicurezza energetica e aiuterebbe i governi ad affrontare la crisi climatica rapidamente e su vasta scala, creando al contempo posti di lavoro e promuovendo la crescita economica“.

Al completamento del progetto, come detto, mancano le altre due turbine. La seconda è già stata imbarcata e si sta dirigendo verso la piattaforma galleggiante. Per vederla operativa ci vorranno dei mesi per via di tutte le complicanze del caso. Probabilmente, se più compagnie iniziassero a interessarsi a questo genere di impianti di produzione, nel futuro ci vorrà molto meno per metterne online una.