luna-foto-composizione-spazio

Molte delle immagini che vediamo dello spazio sono in realtà delle composizioni o dei render fatti completamente al computer sulla base di quell che la tecnologia attuale ci permette di vedere. Detto questo però, l’affidabilità di quelle immaginate considerabili artificiali è alta e basta paragonarle a quella della vera della Terra vista dallo spazio le quali risultano comunque stupende. Questo per dire che la seguente foto della Luna è quella che più sia avvicina alla sua reale bellezza.

Si tratta di una composizione di oltre 100.000 foto diverse. A creare questo incredibile collage/puzzle spaziale ci ha pensato l’astrofografo Andrew McCarthy. Una creazione che punta a mostrare ogni dettaglio conosciuto dall’uomo nel nostro più grande alleato contro i pericoli dell’universo. Il nostro amato satellite fonte ispiratrice da sempre di esuli poeti e di artisti maledetti.

 

La luna come l’avete mai vista

Questa unione di 100.000 foto è servita soprattutto per togliere difetti particolari dovuti alla nostra atmosfera. Togliendo i suddetti diventa possibile ammirare ogni cresta della superficie. Ogni cratere causato da asteroidi probabilmente diretti verso di noi e che sono stati intercettati dal satellite, per questo il nostro più grande alleato. I colori. Non solo una semplice palla grigia, ma un oggetto celeste dotata di numerose sfumature, grigio, blu, giallo, marrone, forse non le tonalità più belle che esistono, ma che nel loro insieme creano un’opera d’arte.

View this post on Instagram

My first lunar image of 2020 is also one of my most detailed. This is a blend of around 100k photos, which allowed me to sharpen the image and overcome some of the fuzzing caused by our turbulent atmosphere. The colors you see are real, caused by variations in the composition of the regolith. This first quarter moon also is one of the best for showing crater detail, as the long shadows long the terminator really make the details pop. . If you'd like a print, I have them available in various styles as well as the full size file for download to take to a printer of your choice. Check the link in my bio if interested. Thank you for your support, it helps me continue to bring you these images. . . . . . #nightsky #ig_nightphotography #astrophotography #universetoday #nightscape #fs_longexpo #longexpoelite #rsa_night #starrynight #milkywaygalaxy #stargazing #skymasters #longexposure_shots #astrophoto #nightimages #milkywaychasers #nightshooters #natgeospace #night_shooterz #ig_astrophotography #longexpo #nightscaper #visitsacramento #sacigers #meadeinstruments #opteam #selenophile #space #astronomy #mysacramento

A post shared by Andrew McCarthy (@cosmic_background) on

Le parole dell’autore, McCarthy: “Questo primo quarto Moon è anche uno dei migliori per mostrare i dettagli del cratere. Le lunghe ombre rendono visibili tutti i dettagli.”