Per il 2020 sarà Trieste la capitale europea della Scienza, scelta dall’European Science Open Forum (ESOF) che l’ha preferita in finale a Leida e l’Aja, entrambe candidate per l’Olanda.

 

Trieste città multiculturale della scienza

La scelta è ricaduta sulla città capoluogo giuliano in quanto è da sempre una città multiculturale. Porto di ingresso per l’Europa asburgica del XIX e degli inizi del XX secolo e oggi un polo scientifico di importanza internazionale con più di 30 centri di ricerca e aziende che lavorano nella ricerca, 5000 scienziati stranieri permanenti e 13000 studenti e ricercatori.

La città ospiterà dunque un festival della scienza aperto al pubblico che si terrà per due settimane dal 27 Giugno all’11 luglio. Mentre dal 5 al 9 luglio ci saranno programmi, incontri, dibattiti e seminari sui temi più attuali di ricerca e di sviluppo. Si attendono tra gli ospiti il biochimico scozzese Iain Mattaj, direttore dello Human Technopole di Milano e l’astronomo svizzero Didier Queloz, premio Nobel per la fisica 2019.

 

ESOF: l’importanza di parlare di scienza

L’ESOF è una manifestazione molto importante nella sfera scientifica europea e si concentra non solo sulla ricerca ma anche sull’innovazione scientifica. Si tratta di un progetto di EuroScience, l’associazione non-profit di ricercatori, che promuove la scienza, la tecnologia in Europa. ESOF promuove infatti le innovazioni e le discussioni sui più disparati argomenti scientifici, ponendo anche l’attenzione sui temi legati all’impatto ambientale, sociale ed etico della scienza. Proprio per questo l’ESOF vuole essere un evento dove possano trovare l’opportunità di dialogo le istituzioni, i ricercatori e gli esponenti della politica.

 

Il ricco programma dei 5 giorni di Trieste

Il programma si ESOF 2020 prevede nella sua sezione Science Programme, un ricco calendario di dibattiti e conferenze, che verteranno su molti argomenti tra cui i cambiamenti climatici, la medicina di precisione, la parità sociale e di genere nella scienza e la fisica dell’energia.

Altre due sezioni del ricco programma di ESOF 2020 sono la Science to Business programme e Careers programme, in cui ricercatori ed industrie avranno l’opportunità di incontrarsi e magari di avviare proficue collaborazioni. L’ultima delle quattro sezioni della manifestazione avrà titolo Science in the City e sarà dedicato a tutti coloro che sono incuriositi dalla scienza e dalle nuove tecnologie.