Suunto 3 Fitness

Il Suunto 3 Fitness è indubbiamente lo smartwatch più economico tra tutti i modelli attualmente prodotti dall’azienda europea, sebbene comunque presenti buonissime caratteristiche tecniche e prestazioni in linea con dispositivi molto più costosi.

Esteticamente il Suunto 3 Fitness non differisce in modo particolare dagli altri terminali visti in passato, anche se è completamente assente un display touchscreen. La ghiera è in acciaio inossidabile con cristallo poliammide, la cassa è composta da poliammide rinforzato con fibra di vetro, tutto porta ad una maggiore e migliore resistenza a qualsiasi tipo di urto (adatto quindi per situazioni estreme). Le dimensioni parlano di 43 mm di diametro per la ghiera stessa, nonché di un cinturino largo 20 mm per polsi che oscillano tra i 120 ed i 210 millimetri. Non è particolarmente grande o ingombrante, lo si può consigliare a qualsiasi utente (anche al pubblico femminile), una volta indossato non darà per nulla fastidio.

 

Suunto 3 Fitness: le specifiche tecniche

Il display è il classico LCD a matrice a colori retroilluminato (non touchscreen) con risoluzione complessiva pari a 218 x 218 pixel, già visto in passato. La qualità non è elevata, ma Suunto ha volutamente pensato di integrare una soluzione che potesse essere tranquillamente utilizzabile sotto la luce solare diretta (funziona perfettamente) e che non vada ad abbagliare l’utente finale in condizioni di scarsa luminosità (dobbiamo ammettere essere veramente ben fatto); tutto ha però portato a dover rinunciare alla qualità generale, un piccolo compresso che ne ha migliorato l’usabilità in condizioni estreme.

A differenza di Suunto 5 e Suunto 9/9 Baro, il 3 Fitness non nasce per i consumatori che sono alla ricerca di uno smartwatch per allenamenti professionali, ma più che altro lo possiamo assimilare ai modelli di casa Fitbit, quindi maggiormente dedicati a coloro che vogliono avvicinarsi al mondo dei wearable per notifiche e funzionalità basi legate al fitness.

Partendo da questa considerazione, ricordate che il Suunto 3 Fitness non integra il chip GPS (dovrà essere condiviso con lo smartwatch), né presenta microfono o altoparlante interno (troviamo il classico cicalino che ci avviserà della notifica o della sveglia, nonostante la vibrazione sia molto buona e forte).

Può tranquillamente essere utilizzato anche sotto la doccia, in quanto è completamente impermeabile fino ad una profondità massima di 30 metri, utile soprattutto per gli utenti che vogliono seguire i propri allenamenti di nuoto (se lo utilizzate in acqua salata, ricordate sempre di risciaquarlo). Le attività riconosciute sono oltre 15, tra queste troviamo le classiche corsa, ciclismo indoor/outdoor (su strada), nuoto, escursionismo, camminata e così via. A differenza dei modelli Fitbit, il sistema non è in grado di riconoscere automaticamente l’attività stessa, dovrà essere sempre avviata dall’utente; sebbene non sia presente il chip GPS interno, ricordiamo inoltre che gli allenamenti potranno essere effettuati anche senza smartphone, ma sarà necessario rinunciare alla visualizzazione del tracciato su mappa.

E’ presente il sensore del battito cardiaco, sulla parte posteriore del device, con rilevamento 24 ore su 24, 7 giorni su 7; il suo funzionamento è risultato essere molto affidabile e preciso, non abbiamo notato particolari defezioni. I parametri misurati di giorno in giorno sono sempre gli stessi: passi, calorie bruciate, ore di attività e sonno. In nessun caso abbiamo rilevato difficoltà o discrepanze, molto preciso il conteggio dei passi e le ore di sonno (anche se viene richiesto un piccolo “aiutino” dall’applicazione ufficiale).

Il dispositivo, non essendo touchscreen, viene regolato completamente tramite i 5 pulsanti posti sui bordi della ghiera, a conti fatti sono forse un po’ troppi, si crea una piccola confusione nell’utente alle prime che si interfaccia per la prima volta con il sistema Suunto. La connessione allo smartwatch è sempre risultata stabile, viene sfruttata la connettività bluetooth, di conseguenza è compatibile con qualsiasi modello attualmente in commercio.

La batteria è agli ioni di litio e rappresenta un plus del Suunto 3 Fitness, non avendo il chip GPS e godendo di un display non troppo importante dal punto di vista qualitativo, permette l’utilizzo per circa 7 giorni continuativi, come effettivamente verificato dai nostri test (sono garantite 30 ore di utilizzo con connessione GPS e allenamento attivi).

 

Suunto 3: applicazione e funzioni accessori

Un aspetto molto importante del Suunto 3 Fitness, oltre alla possibilità di accedere al dettaglio dei passi, calorie, sonno e battito cardiaco delle ultime settimane direttamente dal polso (non vengono quindi visualizzati solamente i riepiloghi), riguarda il cosiddetto allenamento personalizzato. L’azienda, dalla grandissima esperienza nel settore, ha introdotto l’allenamento guidato adattivo; basandosi sui dati misurati nelle ultime settimane, infatti, saprà fornivi un allenamento creato appositamente per voi, con durata di 7 giorni, e personalizzabile in relazione al livello (base, intermedio o avanzato) che si vorrà impostare. Apprezzabile è inoltre la presenza della funzione recupero stress, ideale per coloro che vogliono tenere sotto controllo anche il proprio livello di stress e verificare la propria condizione complessiva di giorno in giorno.

L’applicazione Suunto, disponibile gratuitamente per Android e iOS, è ben fatta e facilmente comprensibile anche per l’utente meno esperto. In pochissimi click si possono raggiungere i riepiloghi di passi, calorie bruciate, ore di sonno (con la classificazione tra sveglio, REM, sonno profondo e così via) e attività in generale; nella schermata principale si trovano i riepiloghi degli allenamenti, se avviati con condivisione del GPS vedrete anche il tracciato su mappa, in caso contrario accedere ugualmente alle stesse informazioni.

Le notifiche di tutte le applicazioni vengono condivise istantaneamente con lo smartwatch, non è possibile rispondere nemmeno con risposte pre-impostate; i messaggi lunghi vengono visualizzati interamente, basterà scorrere verso il basso premendo l’apposito pulsante. Stesso discorso per le chiamate, sarà possibile rifiutarle, ma anche rispondendo dovrete utilizzare lo smartphone, in quanto nel Suunto 3 Fitness è assente il microfono.

 

Suunto: aspetti positivi e negativi

In conclusione il modello recensito presenta un prezzo di 148 euro (stando al sito ufficiale dell’azienda), forse leggermente altino se confrontato con tanti altri terminali presenti sul mercato, sopratutto se considerato che stiamo parlando di un insieme di caratteristiche e funzionalità “base” non pensate per un pubblico di professionisti. Tra gli aspetti positivi annoveriamo:

  • Ottima durata della batteria, 7 giorni continuativi sono davvero buoni.
  • Display perfettamente visibile al buio e sotto la luce del sole, peccato che la qualità sia ridottissima.
  • Resistenza all’acqua fino a 30 metri di profondità.
  • Conteggio passi e sonno veramente ben precisi, come anche il rilevamento del battito cardiaco.
  • Comodo il cicalino (anche se la vibrazione è abbastanza forte) che avvisa della ricezione della notifica o della sveglia.

Tra i negativi, invece:

  • Assente il chip GPS, bisognerà condividerlo con lo smartwatch.
  • Possibilità di impostare solamente 1 sveglia per volta (ma comunque ripetibile).
  • Qualità del display molto base e cornici troppo grandi.
  • Prezzo, per il momento, forse leggermente elevato.

Il Suunto 3 Fitness resta sicuramente una buona alternativa su cui appoggiarsi in caso di necessità, per maggiori informazioni guardate la nostra videorecensione completa, inserita poco sotto.