Trascorse le festività natalizie e finito questo lungo momento di pausa, si ritorna a lavoro, si ritorna al nostro tram tram quotidiano, con le prossime vacanze che sono ancora molto lontane. Troppo lontane forse e dunque potrebbe essere questo il momento migliore per pianificare il prossimo viaggio. Anche se al momento non possiamo partire, possiamo distrarci con la pianificazione della prossima vacanza e magari pensare a dei viaggi ecosostenibili. Una vacanza economica e che possa essere di aiuto all’ambiente.

 

È il momento di organizzare viaggi ecosostenibili

Con il peggioramento della situazione climatica globale, il riscaldamento, i ghiacci che si sciolgono ed il livello del mare che aumenta, forse questo è proprio il momento di pensare ad un viaggio che, oltre che a noi stessi, faccia bene anche al pianeta. Questo non significa necessariamente dover fare vacanze costose, con alcuni accorgimenti potremo salvaguardare l’ambiente senza dover prosciugare i nostri risparmi.

Come afferma infatti Claire O’Neill, presidente del gruppo di ecosostenibilità per The Association For Electronic Music (AFEM), che mira a proteggere l’ambiente in cui si svolgono eventi musicali, il segreto per un viaggio ecosostenibile è la pianificazione anticipata. Questo è dunque davvero il momento giusto per iniziare a pianificare le nostre prossime vacanze estive.

 

Se possibile evitare di prendere l’aereo

Una delle accortezze che possiamo avere nella pianificazione del nostro viaggio che rispetta l’ambiente, è quella di evitare se possibile di prendere l’aereo. La O’Neill suggerisce ad esempio un viaggio in treno in Europa come una romantica e avventurosa alternativa, che salvaguarda l’ambiente.

Ma se non è proprio possibile evitare l’aereo? Se infatti il volo è, per qualsiasi ragione fosse anche solo economica, l’unica alternativa possibile, beh allora possiamo scegliere delle compagnie che offrono la possibilità di compensare le emissioni di gas serra del nostro volo. Alcune compagnie infatti, permettono ai clienti di pagare un piccolo sovrapprezzo sul biglietto ed il denaro così ricavato dalla compagnia, verrà investito in progetti ambientali che riducono l’anidride carbonica nell’atmosfera.

 

Anche il cibo, l’alloggio e lo shopping possono contribuire a rendere i viaggi ecosostenibili

Un altro piccolo passo per un viaggio ecosostenibile, è l’attenzione a ciò che mangiamo. Cerchiamo il più possibile di evitare la plastica, e compriamo tè, caffè, cioccolato di commercio equo e solidale.

Anche la ricerca dell’alloggio è un aspetto molto importante. Alcuni hotel infatti possiedo varie certificazioni che dimostrano il loro interessamento e i loro sforzi per la salvaguardia dell’ambiente, magari potremmo scegliere uno di questi. Inoltre se siamo con un gruppo di amici, potrebbe avere un minor impatto ambientale affittare un appartamento, piuttosto che prenotare diverse camere d’albergo. O’Neill afferma infatti che “ciò spesso consente di risparmiare energia perché non è necessario cambiare tutte le lenzuola e gli asciugamani e non è necessario riscaldare un enorme edificio come un hotel”.

Con questi piccoli accorgimenti non ci resta quindi che iniziare a sognare e progettare il nostro prossimo viaggio ecosostenibile.