Toshiba Canvio Premium

Il Toshiba Canvio Premium, per noi nella versione da 4TB, è un ottimo hard disk esterno USB 3.0 dalle prestazioni superiori alla media, ma soprattutto in grado di proporre un’ottima velocità di trasferimento, nonché un’estetica che ci permetterà di distinguerlo dalla massa.

Il design è davvero il suo punto di forza, sebbene abbiamo avuto la fortuna di provare la versione da 4TB (quindi la più grande anche fisicamente), siamo rimasti piacevolmente colpiti dalle dimensioni complessive, può stare tranquillamente nel palmo di una mano. Il trasporto è facilitato dai suoi 225 grammi di peso (quasi inferiori ad uno smartphone di ultima generazione) e dai 109 x 79 x 19 millimetri complessivi, non avrete alcun problema a portarlo tranquillamente nella tasca dei pantaloni o in una borsa (non vi darà fastidio). Il design è lineare in alluminio di alta qualità con bordi dal taglio a diamante, oltre che robustezza è anche sinonimo di eleganza, un tratto distintivo che attirerà indiscutibilmente l’attenzione su di sé.

 

Toshiba Canvio Premium: le caratteristiche tecniche

Toshiba Canvio Premium è un hard disk esterno da 2.5″ SATA3, non quindi un SSD (hard disk a stato solido), sul prodotto non troviamo tasti fisici, è solo presente un led sulla parte superiore in grado di indicare lo stato di accensione/di lavoro in fase di utilizzo.

La connessione al dispositivo avviene tramite la porta USB SuperSpeed 3.0, in confezione troviamo sia il cavo USB Type-A (la normale presa USB del computer, per intenderci) ed un adattatore USB Type-C, rendendolo difatti compatibile con qualsiasi notebook, computer o simili, ma anche con i terminali che presentano connettività type-C. Sul sito ufficiale Toshiba non si sbilancia particolarmente sul metodo di scrittura/lettura o sulle velocità di trasferimento, indica 5Gbps che a conti fatti rappresenta la velocità massima dello standard legato alle USB 3.0 e nient’altro (dopo potete vedere i risultati dei test effettivi).

L’alimentazione non sarà legata alla connessione del Toshiba Canvio Premium ad una presa a muro, tutto avverrà semplicemente collegandolo tramite USB al dispositivo con il quale si vorranno scambiare i dati. Commercializzato in 4 versioni da 1 a 4TB, noi abbiamo avuto la fortuna di poter provare la più capiente (appunto da 4TB), con l’unica differenza che presenta dimensioni leggermente maggiorate rispetto alle altre.

 

Canvio Premium 4TB: i nostri test

Per cercare di aiutarvi a capire quali fossero realmente le potenzialità dell’hard disk recensito, ricordandone la piena compatibilità con tutti i sistemi operativi Windows Mac OS (per quest’ultimo è necessario riformattarlo, ma non sono più utilizzabili i software, in caso contrario esiste una versione apposita, il Canvio Premium for Mac fino a 3TB) ed una potenza di trasmissione fino a 900mA, abbiamo scomodato due rinomati benchmark: Crystal DiskMark 7 e AS SSD Benchmark.

Le prove effettuate sono state sostanzialmente un paio, prima collegando l’hard disk alla presa USB Type-A 3.0, ha fatto registrare esattamente 140.51Mb/s in lettura sequenziale e 160.43MB/S in scrittura sequenziale. Lo screenshot inserito poco sopra indica i tentativi compiuti dal benchmark: 5 prove con file da 512MB, i primi due valori indicano le letture/scritture sequenziali su query più lunghe/corte, gli ultimi lo stesso discorso ma per letture/scritture random (di conseguenza molto più lente, ma per tutti).

Data la presenza dell’adattatore USB Type-C abbiamo inoltre voluto provare ad impostare esattamente lo stesso identico test, ma collegando il Toshiba Canvio Premium alla type-C dello stesso notebook. I risultati, come potete voi stessi vedere, sono all’incirca sulla medesima lunghezza d’onda.

La storia non cambia con AS SSD Benchmark, si raggiungono velocità leggermente inferiori fermandosi a 130MB/s in lettura e scrittura (non è possibile impostare nel benchmark una dimensione del file minore) sequenziale.

 

Cavio Premium: valutazioni finali e aspetti positivi/negativi

I nostri test (ricordiamo che i valori potrebbero variare leggermente in relazione al notebook utilizzato) hanno dimostrato essere un buonissimo e rapidissimo hard disk SATA, non al livello ovviamente di un SSD, che ricordiamo essere sull’ordine dei 440MB/s in lettura/scrittura sequenziale, ma più che accettabile per l’utente che vuole anche fare editing video/fotografico con Adobe Premiere Pro, e mantenere allo stesso tempo i file da modificare sull’hard disk collegato al computer (lo abbiamo provato più volte e non abbiamo mai notato difficoltà o rallentamenti).

Apprezzati sono i due software gratuiti regalati con l’acquisto del dispositivo, grazie allo Storage Backup Software si potrà creare un piano di backup di alcune cartelle del notebook/PC, impostandone anche una determinata periodicità; il sistema effettuerà tutto in automatico offrendo la possibilità di recuperare backup precedenti, in caso di necessità. L’alternativa è Storage Security Software, questi permette di creare un vault, una cartella protetta da password (senza criptare l’intero hard disk), in modo da inserire al suo interno solamente i file a noi più cari.

Il Toshiba Canvio Premium è risultato essere molto comodo da portare con noi nei nostri viaggi, sia per le dimensioni che per il peso, e dotato di un’estetica davvero fuori dal comune. Notevole è anche la funzionalità che porta l’hard disk in standby, sebbene sia collegato al computer, nel momento in cui l’utente non accede ai dati memorizzati per un determinato intervallo di tempo. Gli aspetti positivi, in conclusione, sono:

  • Estetica veramente accattivante e di qualità superiore alla media.
  • Le dimensioni e il peso sono il suo punto di forza.
  • Molto interessante la presenza di una custodia in velluto per il trasporto, nonché l’adattatore USB Type-C per il collegamento del dispositivo.
  • Non è necessaria una presa a muro per il suo utilizzo, è autoalimentato.

L’unico aspetto negativo, invece:

  • Forse il prezzo, parliamo di 110-120 euro per la versione Premium da 4TB, ma la qualità è complessivamente molto elevata.

Se siete curiosi di conoscerlo da vicino e di vedere la nostra prova sul campo, aprite la videorecensione inserita qui sotto (collegatevi al seguente link per tutte le nostre altre recensioni).