squali-vagabondi

Sono state scoperte quattro nuove specie di squali che camminano usando le pinne. Complessivamente sono già note nove specie di questo tipo di squalo. I ricercatori hanno scoperto che gli squali camminavano nelle acque dell’Australia settentrionale e in Papua Nuova Guinea. Gli squali “ambulanti” sembrano essere un incubo per molte persone, ma gli scienziati sottolineano che rappresentano un pericolo solo per i piccoli pesci e gli invertebrati.

Christine Dudgeon, una ricercatrice dell’Università del Queensland, afferma che questi squali con motivi ad ornare il dorso sono i principali predatori sulle scogliere durante la bassa marea, quando usava le pinne per camminare in acque molto poco profonde.

In media meno di un metro, gli squali ambulanti non minacciano le persone, ma la loro capacità di resistere agli ambienti con poco ossigeno e di camminare con le pinne offre loro un notevole vantaggio rispetto alla loro preda per i piccoli crostacei e molluschi“, disse Dudgeon.

 

Squali vagabondi

Con la scoperta di queste quattro nuove specie, il numero totale di squali ambulanti conosciuti quasi raddoppia, con nove specie ora conosciute. Tuttavia, gli scienziati ritengono che ci siano ancora altre specie da scoprire. Un nuovo studio è stato pubblicato questa settimana sulla rivista scientifica Marine & Freshwater Research.

I dati suggeriscono che nuove specie si sono evolute dopo che gli squali si sono allontanati dalla loro popolazione originale, si sono geneticamente isolati in nuove aree e si sono sviluppati in nuove specie” , hanno spiegato gli scienziati.