stati-uniti-coronavirus-dirottamento

Finora gli Stati Uniti hanno confermato 9 casi di persone contagiate da coronavirus e sono totalmente intenzionati a non vedere questo numero aumentare. Per lo meno non sono intenzionati a lasciare niente al caso. Ci si aspettava un pugno duro dal governo e sembra che finalmente abbiano deciso di usarlo. Il governo è pronto a dirottare gli aerei verso uno di sette aeroporti designati, non importa di che compagnia.

Qual è il criterio per il dirottamento? Se almeno uno dei passeggeri è stato in Cina nei 14 giorni successivi allora verrà dirottato. Se il passeggero in questione è americano allora versa messo in quarantena e tutti quelli a bordi verranno messi sono test medici potenziati. La quarantena in questione durerà due settimane e forse anche di più. Se il passeggero in questione non è cittadino americano allora gli verrà impedito di mettere piedi sul suolo americano.

 

Gli Stati Uniti e la risposta al coronavirus

Le parole di Chad Wolf del Dipartimento della sicurezza interna: “Mentre il rischio complessivo per il pubblico americano rimane basso, incanalare tutti i voli con passeggeri che sono stati di recente in Cina è il passo più importante e prudente che possiamo fare in questo momento per ridurre la tensione sui funzionari della sanità pubblica che controllano i viaggiatori in arrivo”.

“Siamo consapevoli che ciò potrebbe fornire ulteriore stress e prolungare i tempi di viaggio per alcune persone, tuttavia gli esperti di salute pubblica e sicurezza concordano sul fatto che queste misure sono necessarie per contenere il virus e proteggere il popolo americano”