sedili-auto-cancro-salute

Quando si pensa al pericolo sulla salute della auto, si fa ovviamente riferimento all’inquinamento a esse collegato, oltre che alla possibilità di un incidente. Un particolare studio condotto negli Stati Uniti ha invece sottolineato un altro aspetto in merito. Apparentemente i sedili delle vetture potrebbero essere cancerosi a causa di un ritardante di fiamma usato per le schiume. Si chiama TDCIPP, o tris clorurato.

Questo sostanza, sebbene vietata in diversi casi, viene usata nelle schiume quindi per l’interno delle auto. Secondo lo studio, anche solo poche ore di utilizzo di una vettura, i cui sedili sono stati fatti in questo modo, bastano per lasciare delle tracce. Va specificato che lo studio si è concentrato proprio negli USA e non è chiaro quanto questa sostanza sia usata nelle altre parti del mondo.

 

I sedili delle auto e il cancro

Lo studio in questione ha studiato l’effetto di tale elemento con diversi test. Alcuni hanno visto come le particelle in questione impedivano agli embrioni dei pesci zebra di svilupparsi correttamente. Uno studio diversi invece aveva evidenziato come il TDCIPP aveva un collegamento con l‘infertilità femminile.

A causa di queste scoperte, lo studio si è concentrato proprio su quanto rischio c’era che un sedile potesse avere effetto sulla salute dei passeggeri. Questa parte ha richiesto 90 volontari, studenti che ogni giorno usavano l’auto per andare in Università. Gli è stato chiesto di tenere un braccialetto di silicone per 5 giorni; il silicone è ottimo per catturare le sostanze presenti nell’aria e intrappolarle.

L’esame di questi braccialetti ha evidenziato la presenza di molecole di TDCIPP. Considerando che sono stati tenuti per appena 5 giorni, il risultato è alquanto preoccupante. Gli autori dello studio vorrebbero condurne un altro con molti più partecipanti in quanto potrebbe esserci dietro un grosso rischio per la salute, un rischio finora ignorato.