stazione-spaziale-internazionale-ossa

Nella giornata di domani partirà una nuova missione spaziale il cui scopo è portare dei regali alla Stazione Spaziale Internazionale. Ormai si tratta di missioni routine anche se ogni volta i doni che vengono portati in orbita risultano essere uno più interessante dell’altro. In questo caso di sono più di 3.500 chili di attrezzatura che serviranno per la creazione di un laboratorio in miniatura.

L’ISS non è altro che un laboratorio orbitante dove si fa scienza. Oltre alla nuova attrezzatura ci saranno dei campioni biologici di osso e diversi batteri. Lo scopo di tutto questo è condurre esperimenti fondamentali per la comprensione dell’effetto dello spazio sull’uomo. Vogliono scoprire l’effetto in diretta su del materiale biologico.

 

Il nuovo materiale per la Stazione Spaziale Internazionale

Le parole di Devin Ridgley rilasciate durante una conferenza della NASA: “La gravità è una forza fondamentale a cui siamo tutti sottoposti qui sulla Terra. Può avere un effetto drastico su come un la cellula si differenzia, il che influenza l’organizzazione e la comunicazione cellulare e può portare al declino cognitivo.”

La permanenza nello spazio causa molti effetti fisiologici sul corpo umano. Tra quelli più importanti c’è la perdita di densità ossea. Succede a causa della microgravità. Grazie ai campioni inviati e al nuovo laboratorio si vuole cercare di scoprire qualcosa in più.

Gli astronauti perdono dall’1 al 2,5% della loro massa ossea al mese. Ci vorrebbe un anno con l’osteoporosi sulla Terra per raggiungere la stessa perdita. La perdita di osso nella microgravità è accelerata rispetto alla Terra e con questo i nuovi esperimenti, possiamo esaminare i meccanismi e le possibili terapie“.