coronavirus

Una donna cinese di 20 anni, originaria di Wuhan, ha viaggiato per centinaia di chilometri raggiungendo diverse città e si ritiene che abbia infettato almeno cinque parenti senza mostrare segni di infezione, hanno fatto sapere gli scienziati cinesi; ciò costituirebbe la prova che il nuovo coronavirus possa essere trasmesso anche quando non ci sono sintomi evidenti. Il caso di studio offre quindi ulteriori indizi sulle modalità di diffusione del coronavirus e lascia intuire che potrebbe diventare molto difficile fermare la sua avanzata.

coronavirus

Secondo lo studio, condotto dal dottor Meiyun Wang, dell’ospedale dell’Università di Zhengzhou e colleghi, la donna avrebbe viaggiato per circa 650 chilometri partendo da Wuhan, fino a raggiungere la città di Anyang, nella provincia di Henan il 10 gennaio. In quest’occasione, la donna avrebbe fatto visita a diversi parenti. Quando poi questi hanno iniziato a ammalarsi, i medici hanno isolato la donna e hanno svolto gli specifici test per il coronavirus. Inizialmente, la donna era risultata negativa al virus, ma un test di follow-up ha invece dato esito positivo.

 

Il caso di questa donna ha mostrato che il coronavirus è veicolato anche da soggetti asintomatici

Tutti e cinque i suoi parenti hanno poi sviluppato polmonite da Covid-19, ma dall’11 febbraio la donna non aveva ancora mostrato alcun sintomo: non presentava febbre o altri sintomi respiratori, come tosse o mal di gola. I funzionari dell’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno peraltro elogiato l’operato della Cina, che ha disposto il blocco di milioni di persone interrompendo voli e trasporti, contribuendo a far guadagnare tempo al resto del mondo per prepararsi al nuovo virus.

coronavirus

Ma mentre emergono focolai in tutto il mondo, incluso il nostro paese, i funzionari sanitari hanno dichiarato di star andando incontro a difficoltà nell’individuare ed isolare la prima fonte del virus: il cosiddetto “caso indice“. L’OMS ha sottolineato il fatto che Covid-19 non è ancora una pandemia e afferma che i paesi al di fuori della Cina non hanno ancora bisogno di applicare misure drastiche per il contenimento della diffusione.