apple produzione iphone x foxconn

La casa della mela morsicata, Apple, è ancora alle prese con l’emergenza coronavirus. Nonostante molti fornitori abbiano ripreso a lavorare, la capacità produttiva è ancora molto bassa. La ripresa è più lenta del previsto. Nelle scorse ore, Foxconn ha deciso di mettere in atto un’iniziativa al fine di velocizzare la ripresa della capacità produttiva delle sue strutture. Scopriamo in cosa consiste.

Ebbene sì, sembra proprio che molti dei prodotti della mela morsicata siano a rischio. Se la situazione non dovesse riprendersi al più presto, molti iPhone e iPad saranno introvabili sugli scaffali. Discorso ancora più complicato per quanto riguarda i nuovi prodotti. E’ probabile che si verifichino dei sensibili ritardi con i lanci.

 

Apple: incentivi ai dipendenti che tornano a lavorare ai nuovi iPhone

Uno dei principali fornitori della mela morsicata, Foxconn, ha deciso di mettere in campo un’iniziativa volta a velocizzare la ripresa della capacità produttiva di alcuni dei suoi stabilimenti. L’azienda, infatti, ha deciso di offrire incentivi a tutti i dipendenti che decidono di tornare a lavoro. Gli incentivi proposti, consistono in pasti, alloggi, servizio navetta. Il tutto, ovviamente, in forma gratuita. Lo scopo è quello di invogliare il più possibile i dipendenti.

Stando a quanto emerso, la capacità produttiva degli stabilimenti Foxconn in Cina è attualmente al di sotto del 50%. L’intento dell’azienda è quello di ritornare alla massima capacità produttiva nel più breve tempo possibile. Quali saranno le ripercussioni di ciò sul lancio dei nuovi prodotti della mela morsicata? Restate in attesa per eventuali aggiornamenti a riguardo.