coronavirus

Seduto all’ingresso della stazione ferroviaria di Chengdu, Fu Guobin fissa uno schermo che mostrava immagini di persone che passano attraverso le porte della stazione. Quando una persona entra compare un numero vicino alla sua immagine, che indica la sua temperatura corporea, primo segno di insorgenza di infezione da coronavirus. “Questo mi sta rendendo la vita molto più semplice“, ha detto l’impiegato della stazione mentre si sedeva nella sua cabina. “Prima avrei dovuto misurare la temperatura di tutti con un termometro auricolare, che a volte neppure funziona“.

 

Segnalare e fermare chi presenta sintomi riconducibili all’infezione da coronavirus è fondamentale per contenerne la diffusione

Con oltre 50.000 persone che passano ogni giorno attraverso la stazione ferroviaria dove lavora Fu, la priorità è quella di identificare rapidamente e accuratamente tutti i viaggiatori che potrebbero avere la febbre, uno dei principali sintomi dell’infezione da coronavirus che ha finora ucciso 2.870 persone solo in Cina. Gli scanner termici installati nelle principali stazioni ferroviarie cinesi sono solo uno dei modi con cui le autorità utilizzano l’intelligenza artificiale per combattere il virus, che ha raggiunto 56 altri paesi da quando è stato rilevato per la prima volta, alla fine dello scorso anno.

coronavirus

Fu ha detto che finora c’è stato solo un caso in cui ha dovuto informare i funzionari sanitari di un passeggero, una donna la cui febbre era salita a 38 gradi. “Dopo diversi minuti, la sua temperatura non era scesa. Abbiamo una stanza di isolamento nella nostra stazione ferroviaria, quindi l’abbiamo accompagnata lì e abbiamo recuperato tutte le informazioni di viaggio e avvisato le autorità sanitarie“, ha aggiunto. Le autorità ferroviarie devono allertare le strutture mediche, dal momento che esse tengono traccia di tutti i passeggeri, imponendo ai viaggiatori di usare il loro vero nome per utilizzare il trasporto pubblico.

 

Il riconoscimento facciale è solo una delle possibili applicazioni dei sistemi di intelligenza artificiale

Alcune aziende cinesi stanno ora pianificando di aggiornare il sistema di rilevamento della temperatura e includere la tecnologia di riconoscimento facciale. Il 7 febbraio, la società di intelligenza artificiale Megvii ha dichiarato di essere al lavoro ad una soluzione in grado di utilizzare telecamere a infrarossi e luce visibile, per aiutare il personale che lavora negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie ad identificare rapidamente le persone che mostrino sintomi febbrili, riconducibili al coronvirus.

coronavirus

Il riconoscimento facciale ci aiuterà a rintracciare coloro che potrebbero essere stati esposti al virus e a frenare efficacemente la diffusione del patogeno“, ha dichiarato Zeng Yixin, vicedirettore della National Health Commission cinese. “Questo livello di tecnologia non era disponibile durante l’epidemia di SARS nel 2003“, ha detto, riferendosi ad un altro focolaio virale che ha ucciso centinaia di persone in Cina. “Quindi, crediamo che lo sviluppo tecnologico sia dalla nostra parte nella lotta contro questo virus“.