a380

Il primo Airbus A380 sarà diviso in parti per future sostituzioni, ma tornerà nei cieli attraverso le etichette dei bagagli. MSN003 ha iniziato a essere prodotto nel 2004 ed è diventato il primo super jumbo jet ad entrare in servizio commerciale. Ha fatto il suo debutto con Singapore Airlines a Sydney nell’ottobre 2007. L’aereo è stato rimosso dalla flotta di Singapore solo l’anno scorso ed è stato immediatamente spostato nel sud della Francia, dove è stato smantellato per i componenti.

Da quando questi aeromobili hanno iniziato a essere disattivati, gli appassionati di aviazione hanno iniziato a raccogliere i loro interni ed esterni – come carrelli per bevande, tavolini da caffè o minibar completi. Tuttavia, secondo Bloomberg, l’aereo verrà riciclato, ma continuerà a volare attraverso le etichette dei bagagli. Le etichette per il bagaglio sono collezioni in edizione limitata di 7 mila pezzi, poiché sono realizzati in alluminio esterno del più grande aereo commerciale del mondo.

Questi tag sono in vendita su Aviationtag per 27,95 euro, un souvenir dell’aereo che non sarà più prodotto nel 2021.

 

L’aereo in pensione che continua a volare

L’opzione di riciclare gli aeromobili è diventata un’attività redditizia, poiché molti componenti valgono più come singole parti che nel loro insieme. La creazione di settemila etichette è un esempio di questo business, dal momento che ognuno sarà registrato individualmente, con una sagoma parziale dell’aeromobile e alcuni dati, incluso il numero di emissione.

L’anno scorso, Airbus ha annunciato l’interruzione della produzione del modello jumbo, a causa della scommessa delle compagnie aeree su modelli più recenti ed economici. Questo modello, la cui produzione sarà interrotta, ha docce e un bar in aree di prima classe, come una possibilità per i passeggeri di business class di vivere insieme.