Apple

Il CEO di Apple Tim Cook ha twittato questo sabato che la società aveva proceduto alla donazione di “milioni di mascherine per il personale medico degli Stati Uniti e in Europa“, per aiutare a combattere la diffusione del nuovo coronavirus. Il tweet di Cook sembra quindi aver confermato una dichiarazione del vicepresidente americano Mike Pence all’inizio della giornata. “Il Presidente e io abbiamo sentito direttamente Apple e ci hanno informato di aver donato 2 milioni di maschere ai medici di tutto il paese, collaborando con la nostra amministrazione per distribuirle“, aveva dichiarato Pence in un briefing della Casa Bianca.

Apple

Come Apple è stata in grado di ottenere i due milioni di maschere a cui Pence fa riferimento non è ancora chiaro. A livello globale, le maschere sono molto richieste, ma le scorte stanno per esaurirsi. Il CEO di Amazon Jeff Bezos ha dichiarato in una nota ai dipendenti che “le maschere erano piuttosto scarse a livello globale“. La società ha dichiarato di aver effettuato ordini per milioni di mascherine, da offrire a dipendenti e collaboratori che non possono lavorare da casa.

 

Apple non ha però specificato da dove sarebbero giunte le mascherine e quando esse sarebbero state disponibili per gli operatori sanitari

I dispositivi respiratori N95 sono mascherine monouso che possono tenere le goccioline cariche di virus lontano dalla bocca e dal naso di chi le indossa. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie sottolineano peraltro che l’efficacia delle mascherine sia fortemente dipendente dalla modalità d’uso e di adattamento al volto. Pence aveva dichiarato che il Dipartimento della salute e dei servizi umani aveva effettuato un ordine per centinaia di milioni di maschere N95, attraverso la Federal Emergency Management Agency. Da dove sarebbero dovute arrivare le mascherine, e soprattutto quando esse sarebbero state disponibili, non era deducibile dalle dichiarazioni di Pence.

Apple

La carenza di dispositivi di protezione individuale è diventata infatti un grave problema per gli operatori sanitari. La scorsa settimana, Pence ha invitato le imprese di costruzione a donare le loro mascherine protettive agli ospedali e ad astenersi dall’ordinarne di più. “Quelle maschere industriali che usano nei cantieri sono utilizzabili anche dagli operatori sanitari, in modo da proteggersi dal contagio“, aveva detto il vicepresidente durante un briefing.