asteroide-ryugu

Un team di scienziati dell’Università di Kobe, in Giappone, ha “colpito” l’asteroide Ryugu come si farebbe con una “palla di cannone di rame” delle dimensioni di una palla da tennis per determinare la sua età e analizzare la sua composizione chimica.

Questa “bomba”, soprannominata Small Carry-on Impactor (SCI), è stata lanciata dal veicolo spaziale giapponese Hayabusa2, creando un cratere largo quasi dieci metri sulla superficie di questo asteroide che orbita tra Terra e Marte. Oltre al cratere prodotto, l’impatto ha causato anche il rilascio e la cattura di una colonna di materiali da questo corpo spaziale, che hanno permesso l’osservazione del corpo più in dettaglio.

 

Un asteroide molto antico

I risultati della procedura sperimentale, nel frattempo pubblicati sulla rivista scientifica Science, suggeriscono che la superficie dell’asteroide ha circa 8,9 milioni di anni, lontano dai 158 milioni di anni determinati da altre indagini precedenti.

Sebbene l’asteroide Ryugu sia composto da materiali che risalgono a 4,6 miliardi di anni fa, questo corpo potrebbe essersi fuso con i resti di altri asteroidi in frantumi solo 10 milioni di anni fa, ha spiegato Masahiko Arakawa, autore principale dello studio, riferendo che questa situazione può spiegare l’età “più giovane” della sua superficie.

Gli scienziati suggeriscono inoltre che la superficie di Ryugu è composta da un materiale privo di coesione, simile ai granelli di sabbia.

Il veicolo spaziale Hayabusa-2 è stato lanciato nello spazio all’inizio di dicembre 2014 per studiare, raccogliere e inviare campioni dell’asteroide Ryugu.