groenlandia

Gli scienziati hanno scoperto un frammento di un antico continente sull’isola di Baffin, nel nord del Canada. Analizzando campioni di esplorazione di diamanti dell’isola, gli scienziati hanno identificato un minerale che non si aspettavano di trovare.

Quest’isola, situata vicino alla Groenlandia, ha una superficie di oltre 500 mila metri quadrati, il che la rende l’isola più grande del Canada e la quinta più grande al mondo. “Le kimberlite sono sotterranei che raccolgono passeggeri in rotta verso la superficie. I passeggeri sono solidi pezzi di roccia sulle pareti che portano una grande quantità di dettagli in condizioni molto al di sotto della superficie del nostro pianeta nel tempo”, spiega la geologa Maya Kopylova, dell’Università della British Columbia.

In questo caso, queste rocce avevano una firma minerale che coincideva con altre parti del Nord Atlantico. “La composizione minerale di altre parti del Nord Atlantico è così unica che non c’erano dubbi. È stato facile mettere insieme i pezzi. Gli antichi crateri adiacenti nel nord del Canada hanno mineralogia completamente diverse“, spiega Kopylova, autore principale dello studio pubblicato a gennaio sulla rivista scientifica Journal of Petrology.

 

I campioni di kimberlite ci parlano di storia

La placca continentale fu divisa in frammenti 150 milioni di anni fa e attualmente si estende dalla Scozia settentrionale, dalla Groenlandia e dalla provincia canadese di Labrador. Il frammento appena identificato aggiunge circa il 10% all’estensione nota del Nord Atlantico.

Con questi campioni, possiamo ricostruire le forme degli antichi continenti sulla base di rocce più profonde nel mantello. Ora possiamo comprendere e mappare non solo lo strato più sottile sulla Terra, che rappresenta l’1% del volume del pianeta, ma la nostra conoscenza è letteralmente e simbolicamente più profonda”, conclude Kopylova.