olfatto-coronavirus

I medici francesi indicano la perdita totale dell’olfatto come uno dei sintomi delle infezioni causate dal nuovo coronavirus. I sintomi che appaiono spesso associati al coronavirus SARS-CoV-2 sono febbre, tosse e difficoltà respiratorie. Tuttavia, venerdì scorso, la rete francese di otorinolaringoiatri ha avvertito di un aumento dei casi di anosmia (perdita totale dell’olfatto) tra i pazienti con Covid-19.

L’assenza di olfatto è stata descritta da diversi pazienti ed è stata associata a casi apparentemente isolati o collegati ai soliti sintomi di Covid-19, una malattia che può causare infezioni respiratorie come la polmonite. 

Secondo il presidente del Consiglio nazionale professionale di Otorinolaringoiatria in Francia, Jean-Michel Klein, “esiste un legame evidente” tra perdita dell’olfatto e SARS-CoV-2. Ed ha sottolineato che “non tutti i casi positivi” di Covid-19 hanno anosmia, ma “tutti i casi isolati, senza sintomi o infiammazione locale, sono casi positivi” di Covid-19.

 

Come regola generale, la perdita totale dell’olfatto è associata a un danno al nervo olfattivo

Venerdì, in una rassegna quotidiana della situazione epidemiologica, il direttore generale francese per la salute, Jérôme Salomon, ha sottolineato che si tratta di un sintomo “molto raro” e “generalmente” evidenziato nei giovani, che riportano forme “meno gravi” della malattia.

Salomon ha avvisato che, in caso di perdita totale dell’olfatto, le persone dovrebbero contattare il proprio medico ed evitare l’automedicazione. Per precauzione, le persone con anosmia dovrebbero essere confinate a casa e indossare una maschera, ha raccomandato il presidente del Consiglio professionale nazionale francese di otorinolaringoiatria.