preservativi-carenza-mondiale-coronavirus

Non c’è da stupirsi. Miliardi di persone chiuse in case in tutto il mondo, alcuni lo sono da ormai un mese mentre altri hanno appena iniziato. Chi non è abituato a stare così tanto fermo potrebbe presto impazzire. Certo, le nuove tecnologie offrono diverse ore di intrattenimento, ma essere chiusi in casa con il proprio partner vuol dire avere anche tanto tempo libero per altro. Il risultato? Si sta andando incontro a una carenza mondiale di preservativi.

Ad affermare questo particolare scenario è uno dei più grandi produttori di tale prodotti. Si tratta di Karex Bhd., una società con sede in Malesia e che produce 1 preservativo su 5 di quelli in commercio. La sua produzione è stata dimezzata a causa del coronavirus e le sue scorte bastano per appena due mesi.

 

Preservativi: a rischio le scorte mondiali

Il problema non è solo l’offerta dimezzata, ma l’aumento a doppia cifra della domanda. Obbligare le persone a chiudersi in casa, per giusta causa ovviamente, sta favorendo per forza di cosa i rapporti personali di natura più intima. La paura di concepire un figlio in questa situazione sta invece spingendo all’uso di contraccettivi e i preservativi sono sicuramente i più pratici e facilmente reperibili, almeno per ora.

L’azienda sopracitata sicuramente non dice nulla, ma come detto è dietro a un quinto della produzione mondiale. Marchi come Durex si basano sui loro poli produttivi. Le parole dell’amministratore delegato: “Direi sicuramente che questo è un palcoscenico senza precedenti, non abbiamo mai visto una tale interruzione. Stiamo ancora pagando tutti i nostri lavoratori stipendi completi, ma i lavoratori arrivano solo in metà del tempo, quindi generalmente ci sarà un aumento dei costi.”

Aggiornamento del 07/04. L’azienda dietro Durex, Reckitt Benckiser, uno dei più famosi marchi in tal senso, ha commentato la situazione per rassicurare chiunque necessiti di questo tipo di prodotti:

“Reckitt Benckiser Healthcare (RB), azienda titolare dei prodotti a marchio Durex è a conoscenza della recente diffusione di informazioni riguardanti una possibile interruzione globale della supply chain dei preservativi a causa del COVID-19. 
Durex, in qualità di leader mondiale nel mercato dei prodotti per il benessere sessuale, da sempre si impegna a sostenere l’importanza di una vita sessuale consapevole, facendo della protezione e della prevenzione i valori imprescindibili della propria mission. 
Durex, vuole rassicurare i suoi consumatori sulla disponibilità dei propri prodotti, disponibilità che non sarà impattata dalla corrente situazione legata alla diffusione di COVID-19.
Durex continuerà a lavorare senza sosta per garantire a tutti i consumatori i prodotti necessari per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.
Tutti i prodotti a marchio Durex sono e saranno regolarmente reperibili sia presso farmacie, supermercati e GDO che sulle principali piattaforme online autorizzate, dal sito ufficiale durex.it ai rivenditori e-commerce, per poterli ricevere comodamente a casa.”