Il mese di Aprile vedrà splendere nel cielo la Pink Moon, la più spettacolare superluna di quest’anno. La luna piena di Aprile sarà infatti la più grande e luminosa di quelle che potremo osservare nel 2020.

 

Quando una Luna è super

La superluna si osserva poiché l’orbita della Luna attorno alla Terra è ellittica e questo fa si che la distanza tra la Luna e la Terra, non sia sempre la stessa. Quando la Luna si allontana o si avvicina al nostro Pianeta, la sua circonferenza viene percepita più piccola o più grande. Il diametro apparente della Luna al perigeo è del 10-15% più grande rispetto all’apogeo. Quando la luna si trova al perigeo, ovvero la sua minima distanza dalla Terra, la sua lontananza dalla Terra è di 360.000 km.

La parola superluna fu utilizzata per la prima volta dall’astrologo Richard Nolle nel 1979 e non è riconosciuta né apprezzata dalla comunità scientifica. La dicitura corretta è invece “perigeo-syzygy” e Il termine sygyzy indica l’allineamento di tre corpi celesti che appartengono allo stesso sistema planetario. Ma sicuramente il termine superluna è più semplice, oltre che più suggestivo.

 

La superluna più luminosa e spettacolare del 2020

Inoltre la superluna di Aprile sarà la più vicina alla Terra che osserveremo quest’anno. Questo la rende la luna piena più luminosa e più grande del 2020. Per osservarla non dovremo fare altro che alzare gli occhi al cielo martedì 7 aprile. Sarà visibile dopo il tramonto e raggiungerà l’illuminazione massima alle 04 del mattino nella notte tra il 7 e l’8 aprile.

La luna di Aprile è anche nota come Pink Moon, ovvero luna rosa. Questo nome è dovuto all’Almanacco del Contadino, secondo il quale questo plenilunio corrisponde alla fioritura primaverile del Flox subulata, o muschio rosa, un fiore selvatico originario della parte orientale del Nord America.

Immagine: Foto di Larisa Koshkina da Pixabay