boeing-problemi-software-737

Boeing è una delle compagnie più note nel settore aerospaziale, ma ultimamente ha dovuto fare i conti con dei problemi gravissimi con i 737 MAX. Quest’ultimi sono stati tenuti a terra in tutto il mondo dalle varie compagnie aree che li hanno acquistati da metà marzo dell’anno scorso. Il motivo è legato a diverse problematiche sorte.

In tutto questo tempo Boeing si è impegnata a cercare di capire cosa non andava e di recente ha scoperto altre falle del software dei velivoli. I due incidenti mortali che hanno portato a questa decisione avevano presentato proprio un problema al software di volo noto anche come MCAS.

 

Boeing e i funesti 737 MAX

La dichiarazione ufficiale di Boeing: “A seguito delle nostre rigorose revisioni del software, Boeing sta apportando ulteriori modifiche al software 737 MAX per il controllo del volo dopo aver recentemente identificato due problemi. Le modifiche non sono correlate al sistema di aumento delle caratteristiche di manovra.”

Il nuovo problema riscontrato con il software riguarda possibili guasti al microprocessore del computer di controllo di volo. Questi eventuali problemi andrebbero a influire sullo stabilizzatore in fuga, la parte orizzontale sul retro degli aerei. Questo si muove su e giù per controllare il beccheggio. Apparentemente una perdita di controllo ha contribuito agli arresti anomali del MCAS. In aggiunta, è stato trovato un inconveniente anche con l’autopilota.

Dal momento degli incidenti, Boeing ha perso oltre la metà del valore, se si parla di azioni, ma nell’ultimo periodo hanno rivisto una leggere salite, anche se l’attuale emergenza Covid-19 sta colpendo duramente il settore.