Interceptor-pulire-fiumi-rifiuti

The Ocean Cleanup è un’organizzazione non-profit olandese fondata da un ragazzo che ha come progetto ripulire i mari e gli oceani dalla spazzatura. Un progetto già ben avviato tanto che nel frattempo ne è partito un altro che ha come focus i fiumi. Nello specifico, i  più inquinanti, quelli che sono responsabili per la maggior parte dei rifiuti presenti negli oceani stessi. Il nome del mezzo li ripulirà è Interceptor.

Allo stato attuale ci sono sono due di questi mezzi attivi e si trovano sul fiume Klang, in Malesia. Ogni giorno raccolgo circa 30 tonnellate di rifiuti. Solo un picco inizio visto. Il prossimo verrà posizionato nel Rio Ozama, nella Repubblica Dominicana mentre un quarto è previsto che essere dispiegato nel Vietnam del sud.

 

Interceptor: la chiave per ripulire i fiumi

Il funzionamento del dispositivo è abbastanza semplice. Funzionano a energia solare tramite dei pannelli e questa energia serve a far funzionare il nastro trasportatore interno che separa i rifiuti dall’acqua. I rifiuti entrano all’interno del dispositivo tramite la semplice forza delle corrente. Nella parte posteriore ci sono dei contenitori i quali, quando sono pieni, vengono portati via dalle squadre assegnate.

Un progetto semplice e che funziona alla perfezione. Ci è voluto un ragazzo olandese per vedere delle mosse concrete contro il problema dell’inquinamento dei fiumi e dei mari. Per fortuna questo aiuto è arrivato e i donatori sono tanti il che permette a The Ocean Cleanup si muoversi su più fronti in contemporanea. Prima gli oceani, poi i fiumi e dopo chissà cos’altro.