modem-router

Al giorno d’oggi la connessione internet è diventata qualcosa di scontato a cui ormai tutti i consumatori hanno accesso. Come spesso accade però per strumenti che diventano di uso comune, molti ne ignorano il funzionamento basilare. A internet si può accedere infatti dal proprio smartphone, PC, sia esso desktop o notebook, e persino da altri dispositivi come le Smart TV. Ma cos’è che vi permette di accedere alla rete?

Esistono dispositivi che spesso causano confusione, ovvero i modem e i router, due prodotti essenziali che non sono però la stessa cosa ma hanno ruoli differenti. Sebbene i primi possano svolgere anche la funzione di router, in realtà a fungere da tramite tra il vostro terminale e la rete globale è il modem. Questo può essere sia cablato, tramite cavo di rete LAN, sia wireless, usando cioè un protocollo Wi-Fi per inviare il segnale a dispositivi in grado di riceverlo.

Il sostantivo “modem” è composto da “mo” che sta per modulatore e “dem” che sta invece per demodulatore, termini che indicano il passaggio di informazioni in entrata e in uscita, analizzate dal dispositivo e inviate al computer che le restituisce in formato comprensibile all’utente.

 

Router

Dall’inglese può essere tradotto come “indirizzatore” ed è una funzione che molti modem di nuova generazione possiedono. In alcuni casi, però, è necessario acquistarne uno separatamente per usufruire delle sue funzionalità. 

Ma a cosa serve di preciso? Il router di per sé non è fondamentale per connettersi a internet, il suo scopo è in realtà quello di condividere la connessione con altri dispositivi, dando vita a una rete chiusa nella quale tutti i prodotti possono virtualmente comunicare tra di loro.

Senza un router, il modem non saprebbe a chi inviare i pacchetti di dati ricevuti dalla rete qualora vi siano più dispositivi connessi, rendendo inefficiente e lenta la rete. A prescindere dalla presenza di una connessione internet, il router può comunque far comunicare i computer della rete LAN, pertanto è molto utilizzato anche in ambiti aziendali.

 

Acquistare o no?

Se avete una linea telefonica casalinga che fornisce un servizio internet avrete sicuramente anche un modem o un combinato modem/router fornito dal vostre gestore. Se dunque possedete già un dispositivo di questa tipologia per quale motivo bisognerebbe spendere altri soldi per acquistarne uno diverso? I motivi sono in realtà molteplici e tutti molto validi.

Innanzitutto i modem forniti dai gestori come TIM, Vodafone o Fastweb sono molto diversi tra di loro. Inoltre, a seconda della tipologia di connessione supportata nella vostra zona, potreste ricevere modem/router differenti come quelli per linea ADSL e quelli per linea fibra.

Se si vuole effettuare un’analisi dettagliata, è possibile scoprire che accedendo alle impostazioni di ogni modem o router avrete diversi livelli di interazione. Alcuni prodotti permettono di modificare manualmente porte, firewall, aggiungere eccezioni e così via mentre altri vi negheranno qualsiasi impostazioni personalizzata, dovendo interagire ogni volta con un operatore telefonico per effettuare anche una minima modifica.

Tali impedimenti sono molto frustranti per chi vuole organizzare al meglio la propria rete internet per renderla quanto più efficiente possibile. Gli appassionati di videogiochi per esempio vogliono una comunicazione diretta con i partner online, bypassando i controlli che il gestore impone, ma non sempre ciò è possibile con un modem fornito dalle compagnie di telefonia.

Acquistando un modem/router di terze parti, invece, molte impostazioni potranno essere modificate manualmente e, sebbene richiedano un po’ di conoscenza della materia, si rivela una delle scelte più sensate per una gran quantità di consumatori.

 

Quale scegliere

Per scoprire quali sono i migliori router 4G potete dare un’occhiata alla nostra classifica, dove analizziamo i prodotti preferiti dai consumatori, sottolineando pro e contro di ogni modello per permettervi di scegliere quello più adatto alle vostre esigenze. 

Tuttavia, la scelta potrebbe essere ardua e se volete un nostro consiglio diretto, il brand TP-Link potrebbe fare al caso vostro. Produce infatti una gran quantità di router e modem di qualità a un costo estremamente contenuto, permettendo di abbattere la spesa iniziale.

Per essere sicuri che funzioni al meglio con il vostro modem dovete prendere in considerazione la velocità massima raggiungibile dal router, avendo cura di sceglierne una che sia quanto più vicina possibile al valore della vostra connessione.

Alcuni router offrono anche uno slot per schede SIM, in modo da sfruttare una connessione internet mobile inviandola ai dispositivi dotati di modulo di ricezione wireless. Una comodità se vi trovate in un luogo in cui la copertura è assente o anche se siete in viaggio.