mavic air 2

Grazie ai documenti precedentemente pubblicati dalla FCC (Federal Communications Commission) e dall’agenzia di comunicazione brasiliana CEBDS, già sappiamo molto sul drone DJI Mavic Air 2. Al di là dei dettagli tecnici tuttavia mancava un elemento fondamentale: il prezzo. Ora sappiamo che il prossimo drone costerà 799 $ (742 €), circa 100 € in meno rispetto al al suo predecessore.

Le nuove informazioni giungono da un sito partner che ha pubblicato accidentalmente prezzo e alcune immagini sul Mavic Air 2. Grazie anche alla buona qualità di quest’ultime siamo riusciti ad analizzare in dettaglio il design del nuovo drone, che possiamo definire decisamente accattivante.

mavic air 2

Mavic Air 2, un mix di design

Le nuove foto mostrano un design industriale simile al suo predecessore, ma con somiglianze alla gamma Mavic 2. Il colore predominante è un grigio chiaro, con eliche grigio scuro e accenti argento sui motori. Non sembra che DJI offrirà opzioni diverse di colore come per l’originale Air, almeno non al lancio.

Le immagini mostrano il Mavic Air 2 sia ripiegato per essere riposto sia con i bracci dell’elica completamente estesi. I puntelli con punte curve renderanno Mavic Air 2 molto più silenzioso rispetto al suo predecessore.

Diamo anche una buona occhiata alla nuova telecamera stabilizzata a tre assi. In base ai dati precedenti, sappiamo che avrà un’apertura F/2.0 e un sensore di immagine CMOS più grande. La piastra frontale svela anche la qualità delle immagini a 48 megapixel, ma per saperne di più al riguardo dovremo aspettare dati certi. Le foto purtroppo non chiariscono nemmeno se ci sarà un aggiornamento al video 4K a 60 fps.

Parlando di macchine fotografiche, le foto confermano che il drone non ha sensori di prevenzione delle collisioni superiori o laterali. Quelli frontali sono invece visibili e dunque confermati, così come quelli posteriori e inferiori.

mavic air 2

Nuovo drone, prezzo più basso!

Il dettaglio più importante di questa fuga di notizie è senz’altro il prezzo. DJI sta equipaggiando Mavic Air 2 con molte funzioni premium, come il controllo radio OcuSync 2.0 e le sue più recenti modalità automatizzate. Tuttavia, la società offre ai clienti un prezzo più basso rispetto il precedente modello. Ciò potrebbe indicare che la compagnia si aspetta una domanda più debole rispetto agli anni passati. Con un’ondata di droni di alta qualità sul mercato e un’economia globale in stasi, è un’aspettativa ragionevole.

Con queste e molte altre funzionalità, Mavic Air 2 non solo supera il suo predecessore, ma compete a mani basse con i modelli Mavic 2 Pro e Zoom più costosi. Come mai quindi questo prezzo? Al momento non ne conosciamo il motivo, forse DJI si sente particolarmente fiducioso sul prezzo aggressivo. Staremo a vedere.