Apple iPhone 12 LiDAR

La casa della mela morsicata, Apple, sta facendo di tutto e di più per ridurre al minimo gli scompensi produttivi causati dall’emergenza Coronavirus. Tuttavia, sembra che alcune conseguenze ci saranno in ogni caso. Secondo un recente report del Wall Street Journal, Apple avrebbe rimandato l’inizio della produzione massiva dei nuovi iPhone 12. Ecco tutto quello che sappiamo a riguardo.

Ebbene sì, sembra che Cupertino avvierà la produzione di massa dei nuovi melafonini in ritardo quest’anno. Si parla di circa un mese dopo il previsto. Non sono note, al momento, le motivazioni precise della scelta. Tuttavia, è plausibile che a centrare sia nuovamente l’emergenza Coronavirus.

 

Apple: gli iPhone 12 potrebbero arrivare sul mercato in ritardo

L’avvio ritardato della produzione di massa potrebbe causare scompensi anche riguardo il debutto dei dispositivi sul mercato. Ricordiamo che solitamente Apple lancia i suoi nuovi iPhone a fine settembre. Eccezioni sono state fatte per quelli che hanno avuto problemi nel processo produttivo (iPhone X uscito nel mese di novembre e iPhone XR a ottobre). Anche quest’anno, l’emergenza potrebbe far slittare l’arrivo sul mercato di qualche settimana. I nuovi iPhone 12 potrebbero non arrivare prima di ottobre.

Al momento si possono fare solo stime a riguardo. Decisivo sarà l’andamento dell’emergenza nelle prossime settimane. Ricordiamo che gli iPhone 12 saranno ben 4, rispettivamente due varianti di fascia alta e due varianti “base”. Questi porteranno in campo un design totalmente rinnovato, un nuovo sensore LiDAR per la fotocamera e un processore super potente. Restate in attesa per eventuali aggiornamenti a riguardo.