pianeta-spazio-pioggia-ferro

Scoprire nuovi pianeta è sempre qualcosa di affascinante. Ce ne possono essere così tanti diversi che ogni volta se ne trova uno nuovo si prova a capire quali sono le sue peculiarità. Uno degli ultimi scoperti è WASP-79b. Si trova in un sistema a circa 780 luce da noi e la distanza con la sua stella è così piccola che le temperature sono altissime.

Il clima è così estremo che il cielo è di un colore giallo mentre sul terreno piove ferro fuso, merito dei 1.650 gradi Celsius. Piovere sulla terra è un’immagine un po’ esagerata visto che si tratta di un gigante per lo più gassoso, uguale a Giove e altri pianeti presenti nel nostro Sistema Solare.

Le parole di uno degli scopritori: “Questa è una forte indicazione di un processo atmosferico sconosciuto che non stiamo semplicemente prendendo in considerazione nei nostri modelli fisici. Ho mostrato lo spettro WASP-79b a diversi colleghi e il loro consenso è che è proprio strano.”

 

WASP-79b: un pianeta veramente caldo

“Perché questa è la prima volta che l’abbiamo visto, non siamo davvero sicuri di quale sia la causa. Dobbiamo tenere d’occhio altri pianeti come questo perché potrebbe essere indicativo di processi atmosferici sconosciuti che attualmente non capiamo. Poiché abbiamo solo un pianeta come esempio, non sappiamo se si tratta di un fenomeno atmosferico legato all’evoluzione del pianeta.”

Il colore particolare del cielo è dovuto a diversi aspetti. Uno è la sopracitata vicinanza alla stella, ma c’è anche il fatto che sia il doppio a livello di massa di Giove. L’atmosfera si è gonfiata impedendo il fenomeno noto come scattering di Rayleigh e permettendo una pioggia di ferro fuso, perlomeno nelle parti più calde.