olanda-incendio-centrale-nucleare

I servizi di emergenza olandesi hanno fatto sapere nelle scorse ore che un incendio è scoppiato sul tetto di una centrale nucleare in Olanda. Si tratta dello stabilimento di Dodewaard nel Gelderland. Per fortuna, la struttura non funge più da centrale e in generale l’evento non sembra al momento aver dato vita a una fuoriuscita di materiale radioattivo, neanche nell’aria.

Nonostante l’impianto non sia in funzione dal 1997, dopo aver prodotto energia per 28 anni ovvero a partire dal 1969, su uno degli edifici presenti c’erano dei lavori in corso. L’incendio è scaturito senza fare danni eccessivi, ma la situazione poteva essere un’altra visto che su quel tetto erano presenti 10 bombole di gas le quali non sono esplose.

 

L’impianto nucleare in Olanda

In realtà, la produzione di energia di questo impianto era minima. La costruzione a opera del governo stesso negli anni ’60 serviva principalmente come polo di ricerca. Dopo l’abbandono della struttura nel 1997, sono stati svolti alcuni lavori di bonifica. Secondo un documento pubblico, tutto il materiale radioattivo è stato spostato nel 2005. Nel frattempo, sono anche stati buttati giù alcuni edifici dell’intero comprensorio.

L’incendio è partito sull’edificio che serviva come impianto di ventilazione per la parte che generava elettricità. Le cause dell’incendio stesso non sono note allo stato attuale. Queste sono le parole delle autorità competenti olandesi: “Non è coinvolta la radioattività. La sicurezza nucleare non è a rischio“. Una buona notizia sicuramente, ma qualcuno si era già preparato al peggio visto come stanno andando le cose in questo primo anno del nuovo decennio.