campo magnetico disturbi

Il campo magnetico terrestre si sta gradualmente indebolendo in un’area che si estende dall’Africa al Sud America e gli scienziati stanno cercando di capirne il motivo. Recentemente l’indebolimento sta anche causando disturbi tecnici in alcuni satelliti in orbita attorno alla Terra.

Gli scienziati dell’ESA stanno studiando il campo magnetico della Terra utilizzando i dati forniti dallo sciame di satelliti Swarm. L’Agenzia Spaziale Europea ha definito questo fenomeno terrestre come “Anomalia del Sud Atlantico”.

Tra le altre cose, il campo magnetico terrestre protegge l’umanità dalle radiazioni spaziali e dalle particelle supercariche che emanano dal sole. Secondo l’ESA, il campo magnetico è generato da ferro liquido a spirale estremamente caldo che comprende il nucleo esterno del pianeta, situato circa 3000 chilometri sotto i nostri piedi.

“Il nuovo basso orientale dell’Anomalia del Sud Atlantico è apparso negli ultimi dieci anni e di recente si sta sviluppando con forza”, ha detto Jürgen Matzka, dal Centro di ricerca tedesco per le geoscienze. “Siamo molto fortunati ad avere i satelliti Swarm in orbita per indagare sullo sviluppo dell’Anomalia. La sfida ora è capire i processi nel nucleo della Terra che guidano questi cambiamenti”.

campo-magnetico-terra-disturbi

L’indebolimento del campo magnetico può rappresentare un pericolo per la Terra?

I ricercatori hanno ipotizzato che l’attuale indebolimento del campo magnetico sia un segno che la Terra si sta dirigendo verso un’imminente inversione dei poli, in cui i poli magnetici nord e sud si spostano.

Anche se può sembrare drammatico, questi eventi sono accaduti spesso nella storia del pianeta, ad un ritmo di circa una volta ogni 250.000 anni. Al momento comunque non c’è bisogno di allarmarsi dato che la diminuzione d’intensità è considerata a livelli normali.

Tuttavia, i satelliti e altri veicoli spaziali che attraversano l’area dell’anomalia potrebbero subire alcuni guasti tecnici. A causa dell’abbassamento del campo magnetico le particelle cariche possono infatti penetrare nelle altitudini dei satelliti in orbita terrestre bassa.

Il mistero dell’Anomalia del Sud Atlantico rimane ancora tale, tuttavia il Progetto Swarm dell’ESA sta fornendo nuove interessanti intuizioni sui processi mai capiti attorno alla Terra.