api fioritura

I bombi hanno bisogno del polline dei fiori per sopravvivere. Ma sempre più spesso le creature si stanno svegliando quando i fiori non sono ancora sbocciati a causa della crisi climatica . Tuttavia questa specie di api, davvero intelligente, secondo un recente studio ha trovato un nuovo metodo per permettere alle piante una veloce fioritura.

Secondo questo studio, pubblicato sulla rivista Science, i bombi avrebbero escogitato questa tecnica, ossia quella di rosicchiare le foglie delle piante, per portare le piante ce non sono ancora fiorite a sbocciare 30 giorni prima all’incirca.

 

Le api diventano ancora più intelligenti per velocizzare la fioritura

Il team di ricercatori ha notato per la prima volta questo comportamento nel loro laboratorio. Mentre stavano conducendo un esperimento non correlato, hanno visto le api mordere frammenti di piante senza una chiara ragione. Quest’attività delle api ha suscitato interesse, tanto da aver spinto i ricercatori ad approfondire la ricerca e vedere se fosse già stata analizzata in precedenza.

Per scoprire qualcosa di più, gli scienziati hanno collocato bombi affamati in gabbie a maglie piene di pomodori non fioriti e piante di senape. In poco tempo, hanno trovato le api usando le loro mandibole per perforare le piante. Il team ha anche cercato di replicare le mosse delle api portando le lamette alle foglie delle piante.

L’esperimento ha portato a scoprire che tutte le piante forate fiorivano più rapidamente, ma quelle danneggiate dalle api producevano fiori settimane prima di quelle tagliate dagli scienziati. Per le piante di pomodoro, sono passati 30 giorni mentre le piante di senape morse dalle api hanno visto fiorire i fiori 14 giorni prima.

api fioritura

La specie sopravviverà ai cambiamenti del clima?

Questo studio ha portato a due conclusioni fondamentali: una che nella saliva delle api ci sia una sostanza chimica che accelera la fioritura o che il team abbia commesso qualche errore nel riprodurre il gesto delle api. Per indagare se questo fossero vero o meno, in natura dove le piante sono più diffuse e scarse, il team ha anche condotto un esperimento nelle colonie di calabroni all’aperto.

Abbastanza sicuro, le api hanno mostrato lo stesso comportamento, specialmente quando meno fiori erano fioriti intorno a loro. E non erano solo le api allevate in cattività dal laboratorio a perforare le foglie delle piante. Gli scienziati hanno osservato anche due specie di bombi selvatici.

Lo studio suggerisce che le api hanno sviluppato il comportamento per adattarsi alle condizioni in cui il polline non è presente. Questa è una buona notizia, e non solo per le creature stesse. Poiché le api impollinano le piante e le aiutano a crescere, molte specie dipendono da esse per il cibo; questo include anche noi. Circa un terzo del cibo che gli umani mangiano ogni giorno si basa sull’impollinazione, principalmente delle api.

Questa tecnica sembra sia essere un’ottima possibilità per permettere alle api di resistere ai cambiamenti climatici. Questa affermazione non è al momento attendibile, in quanto ha bisogno di ulteriori ricerche e studi. Per il momento possiamo basarci solo sulla creatività e intelligenza che queste specie hanno attuato nel ciclo di vita.