idrossiclorochina

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato di aver sospeso “temporaneamente” gli studi clinici sull’idrossiclorochina come potenziale trattamento per Covid-19, il cui utilizzo si era diffuso in vari paesi come misura precauzionale. La decisione è arrivata dopo la pubblicazione, la scorsa settimana, di uno studio su Lancet che indicava l’uso del farmaco su pazienti Covid-19 come probabile ulteriore causa di morte degli stessi, come ha poi dichiarato anche il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus.

idrossiclorochina

Tedros ha affermato che i gruppi di ricerca che stavano conducendo la sperimentazione sul farmaco, in centinaia di ospedali in diversi paesi del mondo che avevano peraltro iniziato a “reclutare” pazienti per testare i possibili trattamenti per il nuovo coronavirus, hanno sospeso gli studi in via precauzionale. “Il gruppo esecutivo ha messo in atto una sospensione temporanea dell’uso di idrossiclorochina“, ha affermato Tedros. “Ci sono però ancora diversi altri studi in corso“, ha sottolineato.

 

Secondo lo studio pubblicato su Lancet, l’uso dell’idrossiclorochina non ha apportato benefici ai pazienti affetti da Covid-19

L’idrossiclorochina è un farmaco normalmente usato per trattare l’artrite, ma le dichiarazioni di personaggi pubblici come il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha annunciato la scorsa settimana di assumere il farmaco giornalmente, hanno spinto i governi ad acquistarlo. La scorsa settimana, il ministro della sanità brasiliano ha infatti raccomandato l’uso dell’idrossiclorochina e della clorochina antimalarica per trattare casi lievi di Covid-19; ma lo studio pubblicato su Lancet ha scoperto che entrambi i farmaci possono produrre effetti collaterali anche gravi, come l’aritmia cardiaca.

idrossiclorochina

In realtà, pare che nessuno dei due farmaci abbia apportato benefici ai pazienti malati di coronavirus ricoverati in ospedale, ancora secondo Lancet. Questo lunedì, Tedros ha poi sottolineato che i due farmaci “sono ritenuti  generalmente sicuri per l’uso in pazienti affetti da malattie autoimmuni o malaria”. Il capo scienziato dell’OMS Soumya Swaminathan, nel frattempo, ha detto che gli studi condotti dall’OMS avevano esaminato solo gli effetti dell’idrossiclorochina, ma non della clorochina. “Tuttavia, la decisione di sospendere la sperimentazione dell’idrossiclorochina è una misura temporanea“, ha affermato. “Stiamo agendo solo per precauzione“, le ha fatto eco il capo delle emergenze dell’OMS Michael Ryan.