sciami

Enormi sciami di locuste si stanno accanendo sui raccolti di tutta l’India occidentale e centrale, costringendo le autorità competenti ad intensificare i loro sforzi per cercare di contenere quella che è considerata la peggiore pestilenza abbattutasi sul paese in quasi tre decenni. Droni, trattori e automobili sono stati inviati in gran numero per cercare di rintracciare i voraci parassiti e abbatterli con l’uso di pesticidi.

 

Erano circa 30 anni che non si osservavano sciami di locuste di tali dimensioni

Le locuste hanno infatti già distrutto quasi 50.000 ettari di terreni coltivati e il danno economico potrebbe essere davvero enorme. “Da 8 a 10 sciami, ciascuno esteso per circa un chilometro quadrato, sono attivi in ​​alcune parti del Rajasthan e del Madhya Pradesh“, ha dichiarato il vicedirettore dell’agenzia governativa Locust Warning Organisation K.L. Gurjar. Gli insetti hanno causato ingenti danni alle colture in zone molto vaste del paese, recando un danno tremendo a molti agricoltori, già costretti a fare i conti con la tremenda crisi economica conseguente alla pandemia di coronavirus.

sciami

Sciami più piccoli sono poi attivi in quasi tutto il resto del paese, ha dichiarato Gurjar. Uno sciame composto da circa 40 milioni di locuste è di grado di consumare una quantità di cibo che sfamerebbe 35.000 persone, secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. Le aree residenziali nella capitale dello stato di Jaipur sono state sopraffatte dagli insetti in maniera improvvisa e, secondo alcuni testimoni, nei locali della città le persone hanno iniziato sbattere pentole e padelle per cercare di scacciare gli insetti.

 

Le locuste hanno arrecato un danno pesantissimo al settore agricolo dell’India e la situazione potrebbe peggiorare

Gli esperti avvertono che la situazione potrebbe peggiorare, con ulteriori ondate che interesseranno il Pakistan e arrivando fino al Corno d’Africa entro giugno. La proliferazione incontrollata di questi insetti è stata determinata probabilmente da una stagione delle piogge particolarmente intensa, che ha innescato la rapida crescita delle popolazioni di locuste nella penisola araba sin all’inizio dello scorso anno, secondo le Nazioni Unite.

L’India non vedeva sciami di locuste così grandi dal 1993, quando una simile piaga si abbatté sul paese. Le locuste sono insetti estremamente nocivi per le colture, dal momento che distruggono i raccolti con una rapidità e una aggressività tali da lasciare ben poco all’uomo lungo il loro cammino. In alcune parti del Rajasthan, vicino al confine con il Pakistan, il fenomeno non era certo sconosciuto, ma è sempre stato considerato raro che gli insetti possano spostarsi così tanto lungo lo Stato.