SpaceX razzo

Venerdì, SpaceX ha condotto il quinto fuoco di prova di un razzo Starship nel suo sito di lancio privato a Boca Chica, in Texas. Il veicolo, chiamato SN4, era la quarta versione di quello che alla fine dovrebbe essere il veicolo spaziale pioneristico e completamente riutilizzabile di SpaceX.

Elon Musk, il fondatore della compagnia missilistica privata , sta spingendo per sviluppare rapidamente il sistema per far volare i passeggeri intorno alla luna nel 2023, sbarcare gli astronauti della NASA sulla superficie lunare intorno al 2024 e, come obiettivo finale, stabilire città su Marte nel 2030.

 

SpaceX, la prova del prototipo Starship

Il veicolo sperimentale è esploso durante un’operazione per testare il suo motore a razzo Raptor. Una palla di fuoco scoppiò da quella che sembrava essere una perdita di carburante, facendo esplodere catastroficamente il razzo. Nel vicino villaggio di Boca Chica, dove SpaceX ha acquistato la maggior parte delle circa 35 residenze che un tempo erano lì, rimangono circa una dozzina di proprietari di case. Celia Johnson, che ha posseduto la sua casa lì dai primi anni ’90, era dentro durante il test.

“Ho sentito l’esplosione prima che si presentasse sulla videocamera LabPadre. Ho sentito tutte le mie finestre tintinnare, e poi ho sentito qualcosa colpire la casa sul tetto, come un grosso tonfo”, ha detto Johnson a Business Insider. “È stato un boom molto forte. Mi ha lasciato stressato e un po ‘assordato.”

Non sembra che nessuno sia stato ferito dall’incidente grazie alle precauzioni di sicurezza prese prima di iniziare test di questo tipo. Questo fine settimana, SpaceX eseguirà il suo secondo tentativo di lanciare una missione spaziale storica , chiamata Demo-2. Il volo di prova tenterà di inviare due astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale in una missione di circa 110 giorni.

Il razzo spaziale Falcon 9 e la navicella spaziale Crew Dragon verranno lanciati da Cape Canaveral, in Florida. Se il tempo interferisce, la prossima finestra di lancio disponibile per raggiungere l’ISS sarebbe domenica. Il sistema missilistico Falcon 9 ha completato decine di missioni di successo, inviando merci e satelliti nello spazio. L’astronave Crew Dragon in cima è sperimentale, sebbene abbia completato un volo di prova senza equipaggio l’anno scorso e un test di fuga di emergenza a gennaio.

Il veicolo è alimentato con metano liquido e ossigeno liquido in serbatoi separati, entrambi i quali sono estremamente freddi. Quando uno dei liquidi ha iniziato a perdere, molto probabilmente l’ossigeno liquido, il fluido è balenato verso una nuvola di vapori. Quei vapori si sono poi espansi, raggiungendo infine una pila di razzi a poche centinaia di metri di distanza.

Ecco cosa ha procurato l’esplosione del razzo

La pila svasata è in posizione per bruciare il combustibile in evaporazione durante le normali operazioni, ma in questo caso sembra aver infiammato i vapori e causato l’esplosione di SN4, lasciando dietro di sé un mucchio di metallo fumante.

L’esplosione è avvenuta entro 24 ore dalla Federal Aviation Administration aggiungendo una modifica alla licenza di lancio di SpaceX in modo che la compagnia missilistica potesse eseguire il test del luppolo. La FAA non ha immediatamente risposto a una richiesta di commento sull’errore.

Tali prove hanno comportato il fallimento quando SpaceX li ha riempiti di azoto liquido inerte, causando l’esplosione, la fuoriuscita o lo sgretolamento dei veicoli. Tali operazioni precedono il rifornimento e il collaudo dei razzi sperimentali per testare l’integrità dei veicoli.

SN4 è stato alimentato e ha superato il suo quarto test antincendio statico, progettato per accendere un motore e misurare le sue prestazioni senza sollevare il razzo da terra. Questo quinto test antincendio statico, tuttavia, si è concluso con un fallimento esplosivo.

Da parte sua, Musk prevede numerosi fallimenti durante il programma di sviluppo della nave stellare. Ha detto che potrebbero essere necessari circa 20 diversi prototipi di astronavi prima che il progetto sperimentale raggiunga l’orbita attorno alla Terra.