Canon Powershot G7 X Mark III

Canon Powershot G7 X Mark III è la fotocamera digitale compatta pensata per tutti i vlogger, blogger o creator in generale, alla ricerca di un dispositivo non particolarmente ingombrante, ma assolutamente in grado di realizzare buoni video in ogni condizione di luce.

Di primo impatto il prodotto in recensione colpisce per l’estrema compattezza, con i suoi 105,5 x 60,9 x 41,4 millimetri sta senza troppi problemi nel palmo di una mano, facilitando moltissimo il trasporto anche nella tasca dei pantaloni. Rispetto ad altri modelli dello stesso settore è forse leggermente pesante, raggiungendo i 304 grammi si farà sentire, ma non darà in nessun modo fastidio.

Nell’utilizzo con una mano è sicuramente apprezzabile la presenza di una impugnatura più marcata di altre, non al livello ovviamente di una Panasonic GH5, tale comunque da infondere fiducia nel consumatore che la imbraccerà senza un sostegno. Lo stile deve piacere, ricorda in parte le vintage Fujifilm della serie X, pur comunque portando innovazione e freschezza.

 

Hardware e specifiche

Il sensore integrato all’interno della Canon Powershot G7 X Mark III è un CMOS da 1 pollice, in particolare da 20,9 megapixel, con filtro a colori primari; le immagini vengono processate dal Digic 8, rapido nell’elaborazione e nella produzione di buonissimi risultati.

L’otturatore raggiunge una velocità massima pari a 1/25600 di secondo, con velocità pari a 20fps o addirittura 30fps in scatti continui solo RAW. Anteriormente troviamo un obiettivo non intercambiabile con lunghezza focale oscillante tra 8,8 36,8 millimetri, zoom ottico 4.2X (combinato con il digitale 4X e lo zoom plus 8,4X si raggiungono 17X), nonché apertura F1.8 – F2.8. L’ottica è realizzata da una struttura di 11 elementi in 9 gruppi, con ovviamente stabilizzatore nell’obiettivo su 5 assi e livella automatica.

Nella parte superiore è posizionato il pulsante di scatto, con attorno la ghiera per lo zoom (raggiungibile anche dalla ghiera posta attorno all’ottica), forse leggermente sensibile, la metà corsa si raggiunge troppo rapidamente e si rischiano scatti involontari. Sulla destra trovano posto i menù ed il controllo fisico dell’esposizione; manca il mirino elettronico, lo avremmo sicuramente apprezzato, data la grande difficoltà nella realizzazione di scatti tramite pannello LCD sotto la luce solare diretta. E’ presente invece il flash LED, attivabile con un piccolo pulsante, e ripiegabile poi manualmente.

La connettività è rappresentata dall’ingresso jack da 3.5mm (sul lato sinistro) e dall’accoppiata micro HDMIUSB Type-C sul lato destro. Lo slot per la microSD è stato posizionato all’interno dell’alloggiamento per la batteria. Quest’ultima non è particolarmente capiente, raggiunge 1’250mAh e garantirà circa 30 minuti di registrazione video in 4K, nonché 265 scatti.

Posteriormente è invece stato posizionato un monitor LCD touchscreen a colori di tipo capacitivo da 3 pollici (7,5cm di diagonale), con rapporto di visualizzazione 3:2 e 1,04 milioni di punti. Qualità ottima, molto dettagliato e preciso anche negli input fisici, non perde un colpo ed è facilmente utilizzabile grazie anche alla copertura del 100%. A differenza di quanto avremmo potuto pensare non è orientabile, bensì solamente ribaltabile di 180° verso l’alto o leggermente verso il basso, non potrà essere spostato sul lato sinistro della macchina fotografica.

Mancano forse più personalizzazioni, il software è il classico Canon, ma già dall’assenza di un buon numero di pulsanti FN si capisce il pubblico a cui è rivolta, i creator che vogliono accedere rapidamente a scatti/video senza troppi fronzoli o impostazioni da settare e similari. Avremmo sicuramente apprezzato un pulsante di registrazione secondario, o il posizionamento del principale sul bordo superiore della macchina; se viene registrato un vlog risulta infatti leggermente scomodo da raggiungere.

 

Foto e Video

Da un punto di vista puramente fotografico, la Canon Powershot G7 X Mark III produce immagini complessivamente buone (risoluzione massima 3648 x 2432 pixel), senza però eccellere o distinguersi. In ambienti luminosi i colori e la gamma sono complessivamente riprodotti in maniera fedele, con una buona gestione delle luci e delle ombre. Riducendo però la luce ambientale, notiamo una netta difficoltà a mantenere il giusto equilibrio tra esposizione, colore e contrasto. Con ciò non vogliamo dire che i risultati non sono soddisfacenti, i meno schizzinosi ne saranno felici, anche se comunque, solo per le immagini, le Sony RX100 sono migliori.

Il plus del prodotto recensito è sicuramente rappresentato dai video, nelle sue piccole dimensioni si nasconde la capacità di registrare in 4K (3840 x 2160 pixel) a 30 fps, con limitazione di 10 minuti, oppure in fullHD 100fps, con limitazione complessiva fino ad un file di 4GB o 30 minuti. Tutte le registrazioni non dovranno passare attraverso un fattore di crop, ciò sta a significare che l’inquadratura scelta in fase iniziale non dovrà essere cambiata. Qualità complessiva di alto livello e perfettamente in linea con la fascia di prezzo in cui è stata posizionata, i colori sono ottimamente riprodotti, la gestione delle luci e delle ombre non pecca né all’esterno, né comunque in ambienti poco luminosi.

Incredibile è la stabilizzazione dei filmati, Canon ha giocato tutto in questo campo ed ha ottenuto risultati davvero impressionanti; i video realizzati raggiungono una stabilità quasi al pari di una GoPro Hero 8, notevole la fluidità dei movimenti tramite la quale la Canon Powershot G7 X Mark III cerca di limitare il classico tremolio di una ripresa a mano libera. Una della fotocamere compatte più stabili mai provate prima d’ora.

L’unico “piccolo” problema relativo alla parte foto/video riguarda l’autofocus 31 punti con face detection/ a 1 punto (singolo/continuo); la variazione del soggetto da mettere a fuoco avviene fin troppo lentamente, abituati a macchine davvero rapidissime e reattive, la suddetta non soddisfa al 100%. Nessun problema invece con gli effetti sfocati o macro, grazie alla possibilità di scattare anche a soli 5cm con grandangolare o 40cm con teleobiettivo.

Funzionalità da tenere bene a mente riguarda la possibile condivisione in streaming in tempo reale su YouTube, altro segnale che questa Canon Powershot G7 X Mark III è stata appositamente creata e pensata per i vlogger.

Canon Powershot G7 X Mark III: conclusioni

In conclusione la piccola compatta di casa Canon giustifica una spesa cotanto elevata, corrispondente ad un listino di circa 750 euro, principalmente per l’ottima resa in termini di video e di stabilizzazione in generale. Le dimensioni sono perfette, ma forse la parte fotografica andrebbe migliorata, poiché ad oggi se siete interessati solo alle immagini, conviene sicuramente acquistare la Canon Powershot G5 X Mark II.

Di seguito trovate la videorecensione ed i punteggi conclusivi.

Canon PowerShot G7 X Mark III

689 euro
7.7

Hardware

7.0/10

Autonomia

8.0/10

Immagini

7.0/10

Video

8.5/10

Prezzo

8.0/10

Pros

  • Video in 4K
  • Stabilizzazione video
  • Peso e dimensioni
  • Impugnatura
  • Display ribaltabile

Cons

  • Mancano tasti FN
  • Pulsante registrazione scomodo
  • Resa fotografica non eccellente