signal app

In tutti gli Stati Uniti, le persone si sono sempre più rivolte all’app Signal, l’applicazione di messaggistica crittografata. Signal rappresenta il modo migliore per comunicare in sicurezza con la maggior parte delle persone. E grazie in parte a un’infusione di 50 milioni di dollari dell’ex CEO di WhatsApp Brian Acton, l’app di nicchia è più accessibile che mai.

Nelle prime settimane di maggio, Signal ha registrato tra i 9.000 e i 10.000 download ogni giorno su iOS e Android, secondo la società di analisi Apptopia. Il 31 maggio quel numero è balzato a quasi 15.000. Solo in questa settimana, sono state registrate circa 32.000 persone. Possono trarre vantaggio dalla crittografia end-to-end di Signal, il che significa che nessuno, la compagnia telefonica o lo stesso Signal, può leggere il contenuto dei messaggi mentre passano tra i dispositivi.

Signal non è l’unica app di messaggistica crittografata end-to-end; iMessage ce l’ha, così come le app autonome come Telegram. Tuttavia Signal si distingue, sia per le sue ricche funzionalità che per il fatto che il suo codice è stato open source per anni, il che significa che i crittografi hanno avuto molte opportunità di colpire e cercare difetti.

 

Signal, conosciamo i suoi limiti

Per coloro che non conoscono i messaggi crittografati, la cosa più importante da ricordare è che non è magico. Avere Signal sul telefono non ci rende invincibili. Soprattutto, ricordiamo che se stiamo messaggiando con qualcuno che non ha installato Signal, questa funzione viene meno. Funziona solo per le comunicazioni nell’app. E assicuriamoci di avere una password complessa sul telefono poiché chiunque abbia accesso fisico al nostro dispositivo può ancora leggere i tuoi messaggi.

Signal ha anche un’app desktop, che dovrebbe essere molto sicura per la stragrande maggioranza delle persone; basta essere consapevoli del fatto che gli ambienti desktop devono affrontare una serie di minacce. E l’uso di Signal su più dispositivi significa che più posti possono essere compromessi.

signal

Installa in modo sicuro

Signal richiede di fornire un numero di telefono al momento dell’iscrizione, che serve essenzialmente come nome utente. Ciò non significa che dobbiamo usare il nostro vero numero di telefono. Usiamo invece un numero di Google Voice.

Per fare ciò, andiamo su Google Voice nel tuo browser, accediamo con un account Google e selezioniamo un nuovo numero di telefono. Google ci chiederà di verificarlo fornendo il nostro numero di telefono effettivo, dove invierà un codice che ci permetterà di completare la registrazione. Dopo di che potremmo utilizzare quel numero di Google Voice per il nostro account Signal, mantenendolo separato dalla tua linea principale.

L’app invia periodicamente numeri di telefono troncati e con hash ai server di Signal, il che è il modo in cui controlla se anche qualcuno dei nostri contatti la sta usando. In questo modo, l’app può avvisarci quando uno dei nostri contatti si iscrive a Signal; se preferiamo non ricevere quegli aggiornamenti, andiamo su Impostazioni, Notifiche e disattiviamo il segnale Contatto unito.

Su Android, possiamo impostare Signal come app di messaggistica predefinita selezionando Impostazioni> App e notifiche> Avanzate> App predefinite> App SMS e selezionando Signal. Ricordiamo che non tutte le persone a cui abbiamo scritto il messaggio hanno l’app come predefinita e che un utente iOS potrebbe controllare la loro app Signal meno spesso di iMessage.

Segnalare i PIN del profilo introdotti di recente, che semplificheranno la conservazione dei dati del proprio account anche durante il trasferimento dei dispositivi. Possiamo configurarne uno quando ci iscriviamo o andiamo su Privacy> Segnale PIN nelle impostazioni dell’app per impostare o modificare in qualsiasi momento.

signal

Proteggere lo schermo

È importante assicurarsi che ciò che accade in Signal rimanga in Signal. Ciò significa impedire alle persone di vedere cosa stiamo facendo lì da una schermata di blocco o quando si cambia app. Non ha molto senso avere un’app per i messaggi sensibili se vengono visualizzati sul display ogni volta che se ne riceve uno.

Per disattivare le notifiche della schermata di blocco del segnale su iOS, andiamo su Impostazioni> Notifiche, scorriamo verso il basso e tocchiamo Segnale> Mostra anteprime> Mai. Su Android, il processo è simile. Dalla schermata principale, andiamo su Impostazioni , quindi su App e notifiche , dove possiamo disattivare tutte le notifiche.

Tocchiamo il nostro profilo, quindi Notifiche , quindi Mostra, in cui è possibile scegliere se visualizzare il nome, il contenuto e le azioni per un testo in arrivo, oppure solo il nome o nulla. Possiamo anche disattivare le notifiche per una conversazione specifica per un determinato periodo di tempo toccando un thread di messaggi, quindi l’intestazione del contatto e quindi Disattiva. Possiamo silenziare le notifiche di un contatto per un’ora, un giorno, una settimana o un anno.

 

Signal fa sparire i messaggi

Sebbene sia sempre possibile eliminare manualmente i messaggi lungo il percorso, tale azione si applica solo al proprio telefono. Le persone con cui stiamo chattando lo hanno ancora sui loro dispositivi. Per garantire che la conversazione venga eliminata su entrambe le estremità di un thread, bisogna invece abbracciare “messaggi che scompaiono”.

Non c’è modo di applicare universalmente i messaggi scomparsi; dobbiamo farlo separatamente per ogni contatto. I passaggi sono sostanzialmente gli stessi su iOS o Android. Dall’interno di una chat, tocchiamo il nome del contatto. Passiamo a Disappearing Messaggi e impostiamo il periodo di tempo in cui desideriamo che siano pubblicati prima che scompaiano, da cinque secondi a una settimana. Nel thread verrà visualizzata un’icona del timer; uno dei due può cambiare il tempo di scomparsa toccandolo e regolandolo secondo necessità.

Questo è anche il modo in cui possiamo disabilitare del tutto i messaggi che scompaiono. È una funzione utile, ma un rapido promemoria che le persone possono ancora fare uno screenshot delle conversazioni per tenere un registro, quindi non diamo per scontato che siano sparite per sempre, specialmente se non ci fidiamo di chi sta dall’altra parte della linea.

signal

Effettuare una chiamata crittografata

Signal non è solo per i messaggi; possiamo effettuare chiamate crittografate end-to-end anche dall’app. Per fare ciò, basta toccare l’icona a forma di matita all’interno dell’app come faremmo per avviare una chat. Scegliamo un contatto.

Su Android, vedremo quindi una scelta tra un’icona del telefono e un’icona video nell’angolo in alto a destra per effettuare una chiamata invece di digitare. Su iOS, tocchiamo l’icona del telefono o l’icona della fotocamera per mostrare il video dal nostro lato della chiamata.

Una nota importante: se si effettuano chiamate da Signal su iOS, assicurarsi innanzitutto di accedere alla Privacy all’interno dell’app e disattivare Mostra chiamate in Recenti. Altrimenti, la cronologia delle chiamate Signal si sincronizzerà con iCloud, creando una registrazione non necessaria della conversazione. E se vogliamo essere più cauti, andiamo in Impostazioni> Privacy e attiviamo le chiamate sempre a inoltro; che instraderà le nostre chiamate attraverso i server di Signal e nasconderà il tuo indirizzo IP nel processo.

signal

Invia e sfoca foto e video

Come su altre app di messaggistica, possiamo utilizzare Signal per inviare foto e video. Ma Signal ha recentemente investito in alcune funzionalità multimediali rispettose della privacy che lo distinguono.

Prima di tutto: se scattiamo una foto da Signal, basta toccare l’icona della fotocamera dall’elenco dei contatti o all’interno di una chat, non verrà automaticamente salvata nel rullino fotografico, il che significa che non verrà eseguito il backup sulla nostra libreria di foto cloud. Questo è buono! Se vogliamo conservare un’immagine per i posteri, possiamo toccare l’icona di salvataggio nell’angolo in alto a destra. Altrimenti, basta inviarlo e andare avanti.

Possiamo anche assicurarci che la nostra foto non rimanga a lungo sul dispositivo del destinatario. Prima di premere Invia, notiamo l’icona di infinito accanto al fumetto della chat. Ciò significa che i media che stiamo per condividere possono essere visualizzati indefinitamente. Tocchiamolo una volta, e passerà a un 1x , il che significa che la foto o il video scompariranno dalla conversazione non appena viene visualizzata. Rimarrà un record nel thread in cui i media sono stati condivisi, ma l’immagine stessa non sarà più visibile.

Un’ultima cosa: proprio questa settimana, Signal ha aggiunto una nuova funzione di sfocatura alla sua fotocamera in-app. È ancora in fase di lancio, ma quando colpisce il nostro dispositivo vedremo un’icona a scacchiera circolare nella parte superiore dello schermo della videocamera Signal; tocchiamolo e sfocerà automaticamente tutti i volti che rileva nella foto. È inoltre possibile regolare manualmente.

 

Misure extra

Alcune funzionalità sono troppo piccole per essere menzionate. Tuttavia ci sono altri suggerimenti vaganti che potrebbero esserci utili quando utilizziamo Signal. Leggiamo le ricevute: le persone si sentono fortemente in merito! Se siamo uno di loro, andiamo su Impostazioni> Privacy e disattiviamoli quando siamo nell’app.

Adesivi: come parte della sua ricerca a lungo termine per trovare un ampio appeal, Signal ha recentemente aggiunto una selezione limitata di adesivi per ravvivare le tue chat segrete. Basta toccare l’icona dell’autoadesivo nella finestra di composizione della chat per esaminare le opzioni.

Block Party: Bloccare! Per chiudere le conversazioni indesiderate, tocchiamo il loro nome all’interno di una chat e attiviamo Blocca questo utente o clicchiamo preventivamente sull’icona del nostro profilo, quindi Privacy> Bloccato> Aggiungiamo l’utente bloccato e selezioniamo da chi non desideriamo più ascoltare.

Tipo privato: su Android, le app per tastiera di terze parti possono conservare una registrazione di ciò che digitiamo; non ideale quando si sta tentando di inviare messaggi privati. Sotto Privacy , andiamo avanti e attiviamo la tastiera in incognito per tenerli al buio. Ricordiamo, forse la cosa più importante: il download di Signal in primo luogo.