Google Duo

Secondo Android Police, la piattaforma di videochiamata Duo di Google ora ha link di invito su dispositivi mobili, rendendolo ancora più un concorrente praticabile per Zoom e altre app di videoconferenza.

A differenza di Google Meet, la piattaforma più completa dell’azienda progettata per le aziende, Duo è un’app più mobile-friendly e orientata al consumatore. Tuttavia, data la pandemia di COVID-19 in corso, più persone stanno usando la videoconferenza per ritrovarsi con i propri cari su scale molto più grandi della tua videochiamata standard.

Google Duo

Google Duo si aggiorna

Di recente l’app ha ottenuto un aumento della qualità delle chiamate grazie a Google che supporta il nuovo codec AV1 e Duo ora supporta fino a 12 persone durante una chiamata. Google ha anche reso disponibili chiamate Meet gratuitamente per i consumatori alla fine di aprile nel caso in cui sia necessaria un’opzione più potente e basata sul Web per la videoconferenza su desktop o laptop.

I collegamenti di invito sono stati annunciati per la prima volta il mese scorso come parte di una più ampia distribuzione di funzionalità che includeva il supporto web pianificato, che è ancora in arrivo, e una modalità familiare già attiva per scarabocchi su schermo ed effetti in stile Snapchat. Si dice che i link di invito arriveranno presto e possiamo confermare che ora sono attivi anche nelle versioni precedenti dell’app grazie a un aggiornamento sul lato server da parte di Google.

Ora, se si desidera creare una chiamata Duo e aggiungere più persone ad essa, è possibile farlo tramite un collegamento di invito una volta creata la chiamata di gruppo. Al momento, funziona solo su dispositivi mobili, inclusi Android e iOS, il che significa che chiunque fa clic sul collegamento condiviso sul Web non sarà in grado di aderire a meno che non si trovi su un Chromebook che supporta la versione Android dell’app.