profezia-catastrofi-profeta-coronavirus

Abhigya Anand, questo è il nome del profeta di appena 14 anni che diversi mesi fa aveva predetto l’arrivo del coronavirus. A questo giro ha annunciato che a partire dal 20 dicembre inizierà una nuova catastrofe e che il suo effetto distruttivo continuerà fino a marzo 2021. Ovviamente in molti stanno andando in isteria per queste parole, mentre molti altri criticano il tutto come una favoletta.

Le profezie esistono? Difficile a dirlo. In passato in molti hanno dichiarato che prima o poi sarebbe arrivata una nuova pandemia come quella del coronavirus, un virus che avrebbe fatto danni a livello globale. Esistono documenti scientifici che mettono in guardia proprio da un coronavirus già nel 2009.

Detto questo, il ragazzo con un diploma in Microbiologia ayurvedica aveva affermato che il virus si sarebbe diffuso in tutto il mondo e che la Cina sarebbe stata tra i paesi più colpiti. Su questo aspetto ci sarebbe molto da ridere visto che, sempre secondo i numeri ufficiali, i paesi più colpiti sono ben altri.

 

La nuova profezia

La prima profezia parlava di un vendetta della natura sull’uomo. La nuova catastrofe dovrebbe arrivare a causa dell’allineamento tra Saturno e Giove. Il ragazzo, tra le altre cose, è un apparentemente astrologo. Secondo lui quindi, i pianeti causeranno l’arrivo di nuove sofferenze.

Bisogna credergli? Molti suoi fan lo fanno e considerando quello che sta succedendo quest’anno, la situazione potrebbe facilmente precipitare ancora più del dovuto. Il vecchio adagio che dice che anche un orologio rotto segna l’ora giusta due volte al giorno cade a fagiolo in questo caso. Chi vivrà, vedrà.