stonehenge-scoperto-un-monumento-neolitico-nelle-vicinanze

Nonostante il sito di Stonehenge sia sotto gli occhi di esperti da decine e decine di anni, ogni tanto salta fuori comunque qualche scoperta. Nello specifico, molto di recente, è stato trovato un anello costituito da diversi pozzi di notevoli ampiezza e profondità. Un sito che secondo gli esperti risultava essere un luogo di culto.

L’anello d’insieme è largo due chilometri e ogni pozzo risulta essere di cinque metri di profondità per dieci metri di diametro. Non è mai stato trovato niente di simile in Inghilterra, un sito che potrebbe essere considerato ancora più stupefacente della vicina Stonehenge. Per l’esattezza, si trova a 3 Km da quest’ultima e circondano un antico insediamento, le mura di Durrington.

 

Stonehenge: trovato un altro sito nelle vicinanze

Le parole del professore Gaffney dell’Università di Bradford: “L’area intorno a Stonehenge è tra i paesaggi archeologici più studiati sulla terra. È straordinario che l’applicazione delle nuove tecnologie possa ancora portare alla scoperta di una struttura preistorica così massiccia. Quando sono state notate per la prima volta queste fosse, si pensava che potessero essere caratteristiche naturali. Solo attraverso indagini geofisiche, potevamo unire i punti e vedere che c’era uno schema su larga scala.”

Le parole di un altro esperto, Nick Snashall, un archeologo: “Essendo il luogo in cui i costruttori di Stonehenge vivevano e festeggiavano, Durrington Walls è la chiave per sbloccare la storia del più ampio paesaggio di Stonehenge, e questa sorprendente scoperta ci offre nuove intuizioni sulle vite e le credenze dei nostri antenati neolitici. Il team di Hidden Landscapes ha combinato un lavoro archeologico all’avanguardia e un buon lavoro investigativo vecchio stile per rivelare questa straordinaria scoperta e scrivere un capitolo completamente nuovo nella storia del paesaggio di Stonehenge.”