Apple Mac Mini A12Z

Nel corso della prima giornata della WWDC 2020, Apple ha annunciato il passaggio dei Mac ai processori ARM based. A tal ragione, questa ha anche presentato uno speciale kit di transizione che gli sviluppatori possono richiedere per prepararsi al meglio all’arrivo della nuova generazione di computer. Stando a quanto emerso nelle scorse ore, alcuni sviluppatori hanno già ricevuto i primi dispositivi. Scopriamo tutti i dettagli a riguardo.

L’annuncio del passaggio dei Mac a processori ARM based è stato uno dei più importanti di tutta la WWDC 2020. La transizione è attesa da mesi e, finalmente, il momento è arrivato. I primi benchmark del Mac Mini modificato per gli sviluppatori sono comparsi online, cosa ne sarà uscito?

 

Apple: Mac Mini con chip A12Z, quanto è potente?

L’effettuazione di test benchmark sui kit in esclusiva per gli sviluppatori è vietata da Apple, nonostante ciò, i primi benchmark dei nuovi Mac Mini con processore A12Z ARM based sono trapelati online. Il dispositivo ha registrato un punteggio di 811 punti in single-core e un punteggio di 2781 in multi-core. Questi dati, per quanto possano dare un’idea delle prestazioni del prodotto, vanno presi con le pinze. Infatti, questi sono stati estrapolati attraverso il layer di emulazione Rosetta 2 della mela morsicata.

I Mac dotati di processori ARM based garantiranno non pochi vantaggi agli utenti. Il colosso di Cupertino ha confermato l’arrivo di almeno un dispositivo avente questo tipo di processore, entro la fine dell’anno. Allo stesso tempo, ha anche confermato l’arrivo di qualche altro modello di Mac dotato di processore Intel. Restate in attesa per eventuali aggiornamenti a riguardo.