mascherina covid

Mentre il covid si innalza di nuovo negli Stati Uniti, alcuni funzionari statali hanno ordinato ai residenti di indossare la mascherina in pubblico. il thread è stato ampiamente condiviso di un esperto medico che ha dimostrato l’efficacia di indossare una mascherina per il viso aiuta a diminuire la diffusione del virus.

Il dottor Richard Davis, direttore del laboratorio di microbiologia clinica del Providence Sacred Heart Medical Center di Spokane, ha twittato una serie di foto che mostravano due dimostrazioni volte a comprendere l’efficacia delle mascherine per bloccare le goccioline respiratorie dalla bocca di un individuo, illustrando anche l’importanza del distanziamento sociale.

 

Covid-19, non usare la mascherina cosa comporta?

Usando una mascherina chirurgica standard a triplo strato, Davis ha starnutito, cantato e tossito verso una piastra di coltura di batteri con e senza protezione. Le piastre di coltura di batteri sono piastre di Petri riempite con agar, una sostanza gelatinosa ottenuta dall’algea rossa per la coltura o per aiutare a moltiplicare i microrganismi.

Dopo aver eseguito ogni azione, Davis ha affermato che colonie di batteri si sono formate nei piatti in cui sono atterrate le goccioline respiratorie emesse dalla sua bocca. “Le colonie di batteri mostrano dove sono atterrate le goccioline. Una mascherina li blocca praticamente tutti ”, ha scritto Davis nel post.

Le immagini dell’esperimento hanno mostrato che ogni azione eseguita senza maschera copriva quasi ogni capsula di Petri nei batteri, mentre le stoviglie utilizzate durante la dimostrazione mascherata sono rimaste quasi intatte. Starnuti e tosse hanno lasciato la differenza più evidente.

Nella seconda dimostrazione, Davis ha mostrato come mantenere la distanza fa la differenza nel fermare la diffusione del virus covid-19. “Ho impostato piastre di coltura batterica aperte a 2, 4 e 6 metri di distanza e ho tossito per 15 secondi. L’ho ripetuto senza maschera ”, ha scritto il medico.

Le immagini mostrano che stare in piedi a due metri di distanza senza mascherina copriva la capsula di Petri con batteri. Le goccioline respiratorie di Davis riuscirono anche ad atterrare sul piatto a quattro metri senza maschera con scarse quantità che riuscivano ancora a salire sul piatto da sei metri di distanza.

mascherine

Mascherina, materiali e modelli

Indipendentemente dalla distanza, la dimostrazione ha mostrato che una maschera ha quasi completamente bloccato l’atterraggio dei batteri sulle placche. Davis ha anche osservato che oltre alle azioni dimostrate nella sua dimostrazione, il semplice atto di respirazione è anche esso fonte di diffusione di goccioline respiratorie.

“La sola respirazione rilascia umidità dai polmoni. Inoltre, durante l’atto della normale respirazione, potremmo schiarirci la gola, ridere o sospirare. Ci sarebbero tante goccioline e potenziali microbi diffusi”, ha detto nel post Twitter il medico. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie raccomandano di indossare una mascherina in tessuto mentre siamo in pubblico per aiutare a combattere la diffusione di Covid-19, specialmente in contesti in cui le misure di allontanamento sociale possono essere difficili da mantenere.

La ricerca mostra che il materiale della maschera è importante e mentre Davis ha usato una copertura per il viso di grado chirurgico nella sua dimostrazione, ha affermato che “qualsiasi tipo di materiale, probabilmente avrebbe avuto lo stesso effetto in come apparivano queste piastre di coltura batterica.

Davis ha detto, inoltre, che per le persone che si lamentano di disagio o difficoltà respiratorie mentre indossano una maschera, ci sono altre opzioni protettive. “Le maschere possono essere scomode, anche quando sei meno abituato a indossarle. Le persone con disabilità o che soffrono di problemi respiratori, potrebbero prendere in considerazione uno scudo facciale di plastica trasparente che funge da barriera alle goccioline, non oscura il viso e potrebbe essere più facile da pulire e riutilizzare rispetto a una mascherina.