Covid

Gli studenti di Tuscaloosa, in Alabama, cui è stato diagnosticato il Covid-19, hanno partecipato a diverse feste in città come parte di un inquietante concorso per vedere chi riesce a contrarre il virus per primo. Sonya McKinstry, consigliera comunale di Tuscaloosa, ha dichiarato che gli studenti stanno organizzando dei veri e propri “Covid party” al fine di infettarsi intenzionalmente a vicenda, nonostante il contagio abbia ucciso oltre 127.000 persone negli Stati Uniti. Gli organizzatori delle feste invitano appositamente a questi eventi persone affette dalla malattia da coronavirus.

 

In questi “Covid party” chi per primo contrae il virus vince una somma di denaro messa in palio dagli organizzatori

Hanno messo in palio dei soldi per chi per primo contrae il virus. Non ha senso“, ha detto McKinstry. “Lo stanno facendo intenzionalmente, peraltro“. Il capo dei vigili del fuoco di Tuscaloosa, Randy Smith, ha dichiarato dinanzi al Consiglio comunale di aver confermato il comportamento scellerato degli studenti. In un briefing, Smith ha espresso preoccupazione per il fatto che nelle ultime settimane si siano tenute feste del genere in tutta la città e nei dintorni della contea di Tuscaloosa, dove anche altri studenti o addirittura bambini sarebbero entrati in contatto con persone infette.

Covid

All’inizio pensavamo che fosse solo una voce“, ha detto Smith ai membri del consiglio. “Abbiamo fatto alcune ricerche e non solo gli studi medici lo confermano, ma lo Stato ha confermato di essere in possesso delle stesse informazioni“. Nel suo discorso, Smith non ha spiegato come si stia agendo per arginare questo preoccupante fenomeno; il pericolo di un impressionante focolaio diventa quindi sempre più concreto a Tuscaloosa, che è la settima città più grande dell’Alabama nonchè sede dell’Università dell’Alabama e di molti altri college.

 

Le autorità locali stanno cercando di arginare il fenomeno, ma la situazione resta grave

Poche ore dopo il briefing di Smith, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità un’ordinanza che impone alle persone di indossare mascherine in pubblico. McKinstry ha affermato di temere che alcune persone possano partecipare alle feste non conoscendone il reale intento e che possano quindi essere inconsapevolmente esposte agli ospiti infetti. “Stiamo cercando di fermare qualsiasi iniziativa di questo tipo di cui siamo a conoscenza“, ha detto, aggiungendo che gli studenti stanno palesemente ignorando tutte le linee guida anti-contagio nonchè la quarantena obbligatoria di due settimane per gli infetti.

È una follia“, ha aggiunto McKinstry. “Quando si ha a che fare con la mentalità deviata di persone che fanno intenzionalmente cose del genere mi chiedo come si possa davvero sperare di uscire vincitori da una situazione che tutto il mondo sta cercando di superare“. A partire da mercoledì, l’Alabama ha infatti registrato 38.422 casi di Covid-19, con un aumento di 10.696 infetti negli ultimi 14 giorni, secondo i dati forniti dal Dipartimento di sanità pubblica statale. Almeno 947 persone sono morte in Alabama a causa del virus.