xenofiofori

Quattro nuove specie di organismi monocellulari sono state scoperte nelle profondità del Pacifico. Gli “xenofiofori monocellulari” sono stati scoperti dai ricercatori del National Oceanography Centre (NOC) nel Regno Unito, dell’Università delle Hawaii e dell’Università di Ginevra, in Svizzera. Le specie sono state scoperte utilizzando un drone sottomarino, nella zona occidentale di Clarion Clipperton, dove il fondale marino è profondo più di 5 chilometri. Gli esemplari, campionati nel 2018, sono stati analizzati e da tali studi è scaturita la scoperta delle nuove specie.

 

Gli xenofiofori costituiscono una interessantissima scoperta

La scoperta coinvolge infatti quattro nuove specie e due nuovi generi. Un genere è stato chiamato “Moanammina” da “Moana”, parola hawaiana che vuol dire “oceano”. L’altro è stato chiamato “Abyssalia” in onore dell'”abisso” in cui è stato scoperto. “Siamo entusiasti di aver trovato questi spettacolari xenofiofori“, ha dichiarato Andrew Gooday, professore al NOC e autore principale dello studio.

xenofiofori

L’abbondanza e la diversità di questi giganteschi organismi monocellulari è davvero sorprendente!“, ha dichiarato l’oceanografo Craig Smith della Manoa School of Ocean and Earth Science and Technology. Gli oceani quindi continuano a svelare i loro innumerevoli segreti; peraltro, in uno studio pubblicato all’inizio di quest’anno, alcuni scienziati hanno annunciato la scoperta di una misteriosa creatura a 10 cellule in grado di sopravvivere senza ossigeno e si tratterebbe di un parassita imparentato con meduse e coralli.