GoPro Max

GoPro Max è la nuova versione dell’action camera a 360° pensata da una delle aziende più rinomate nel settore di appartenenza; il prodotto viene commercializzato ad un prezzo che si aggira attorno ai 529 euro, presentando comunque tantissime innovazioni e migliorie rispetto al modello più datato, la GoPro Fusion.

Esteticamente il terminale riprende quanto visto sulla GoPro Hero 8 Black, presenta infatti un corpo interamente rivestito con verniciatura gommata soft touch, completamente resistente a graffi e urti. Le dimensioni sono inferiori in confronto al passato (circa il 30%), raggiungendo 64 x 69 millimetri, con un peso estremamente contenuto; è stato introdotto il comodissimo aggancio retrattile nella parte inferiore, per collegare tutti gli accessori acquistabili a parte, superiormente è posizionato il tasto di scatto o di avvio di registrazione, mentre sul lato sinistro trova posto il pulsante funzione, nonché di accensione/spegnimento.

Spostando l’attenzione sulla destra, invece, troviamo il compartimento stagno con all’interno la batteria, lo slot per la microSD, nonché la presa USB type-C per la ricarica, da attuare con il collegamento al muro del device.

 

 

Hardware e caratteristiche tecniche

Il plus della GoPro Max riguarda sicuramente la presenza di due sensori identici, posti anteriormente/posteriormente, pensati appositamente per offrire al consumatore la possibilità di registrare video vlog e selfie, senza dover ruotare la macchina. E’ una comodità immensa, un plus davvero notevole, la qualità è in entrambi i casi molto elevata. Il sensore è nello specifico da 18MP, ma assemblato a 16.6MP, riuscirà quindi a scattare istantanee a sferiche (o a 360°), al massimo con tale risoluzione.

In un mondo in cui i video a 360° sono abbastanza limitati, poiché sono pochissimi gli utenti che al giorno d’oggi dispongono di un visore VR da utilizzare per apprezzare l’immagine (se non decidendo di condividerla su Facebook), la strada più breve da intraprendere consiste nella modifica del filmato direttamente tramite l’applicazione GoPro, riuscendo così a variare l’inquadratura, lo zoom e quant’altro, realizzando video davvero molto invitanti.

La risoluzione massima raggiungibile per video a 360° è 5.6K 30fps (originariamente corrisponde al 6K, ma poi assemblato è a 5.6K), con possibilità di scendere anche al 3K 60fps (proprio grazie al recente aggiornamento).

Per cercare di ampliare le possibilità di utilizzo della GoPro Max, ecco quindi arrivare l’introduzione della modalità Hero, ovvero la trasformazione del prodotto in una vera e propria action camera in perfetto stile GoPro. I video vengono registrati al massimo 1440p 60fps, purtroppo però solamente in 4:3 (non è possibile raggiungere i 16:9), se non scendendo in fullHD 60fps, con ripresa appunto in 16:9. Naturalmente, l’utente che avvierà la registrazione potrà poi variare l’angolo di visuale, passando da un grandangolare ad un teleobiettivo, senza però poter modificare il sensore attivo una volta avviata.

Tutte le riprese (anche a 360°) possono sfruttare la stabilizzazione elettronica massima caratteristica delle GoPro, il cosiddetto hypersmooth, qualità eccelsa e sublime per una delle stabilizzazioni migliori in assoluto; vi potrete buttare a capofitto con gli sci, ed il risultato sarà superiore ad un gimbal di fascia alta. Sono presenti 13 comandi vocali in italiano, utili per non dover toccare fisicamente la GoPro Max; la macchina è, di base, completamente impermeabile fino a 5 metri di profondità, per eccedere sarà necessario acquistare l’accessorio apposito.

Posteriormente troviamo un piccolo display LCD da 1.7 pollici a colori e completamente touchscreen; è preciso, ha una buonissima luminosità, e non presenta ritardi particolari con gli input inviati. Lo riteniamo comodo, anche se nella maggior parte dei casi l’avvio della registrazione viene effettuato tramite il pulsante posizionato superiormente.

La GoPro Max presenta 6 microfoni integrati direttamente nel corpo macchina, utili per ridurre il rumore del vento, ma sopratutto per raggiungere 3 tipologie di registrazione: audio stereo sferico, stereo o shotgunQuest’ultimo è indubbiamente il più rivoluzionario, poiché trasformerà l’action camera in un microfono direzionabile a piacimento, da sfruttare proprio per riprendere direttamente un determinato soggetto (solo in modalità Hero).

La batteria è nella media, almeno in termini di durata, garantisce un utilizzo pari a circa 30 minuti di registrazione continua/effettiva in 5.6K (forse anche meno); si consiglia caldamente l’acquisto di un componente aggiuntivo.

 

Funzioni speciali, qualità foto e video

Le funzioni speciali della GoPro Max riguardano il Max TimeWarp, o meglio un timelapse con stabilizzazione hypersmooth per realizzare un video temporizzato mentre si è in movimento, registrando a 360°; con un semplice tap sullo schermo, inoltre, si potrà anche modificare la velocità di registrazione, rallentandola o accelerandola a piacimento.

E’ presente l’allineamento dell’orizzonte, nonchè il cosiddetto Power Pano; l’utente potrà includere tutto ciò che lo circonda in un unico scatto, in tal modo si realizzeranno foto panoramiche 270°, senza distorsioni, ma sopratutto senza essere costretti ad effettuare il panning (il solito movimento in orizzontale a cui siamo costretti quando scattiamo panoramiche con gli smartphone). La macchina scatterà una istantanea a 360° e poi la modellerà sino a raggiungere i 270° previsti.

Non mancano, in modalità Hero, anche il live streaming in FullHD su Facebook e YouTube, in aggiunta alla possibilità di realizzare video brevi da caricare direttamente su Instagram, o di registrarli in verticale.

video sono complessivamente buoni, anche se non al livello di una GoPro Hero 8. La macchina riesce a garantire un’ottima gestione di luci e ombre, con dettagli superiori alla media in termini di bilanciamento dei colori e regolazione esposizione. Come tutte le action camere, le riprese migliori vengono realizzate con tanta luce, riducendola il rumore inizia a farsi sentire molto presto e complessivamente si denota una certa fatica. La stabilizzazione è incredibile ed uno dei punti di forza della GoPro Max.

Gli scatti sono realizzabili in tre diverse tipologie: foto panoramiche da 6.2 megapixel (con modalità Power Pano), sferiche da 16.6 megapixel classiche da 5.5 megapixel. Il discorso è similare al paragrafo precedente, siamo sicuramente a livelli superiori a tutti gli altri dispositivi presenti sul mercato, tuttavia non riescono a raggiungere complessivamente la qualità dell’ultima action camera di casa GoPro.

Interessante la confezione di vendita, con pratica custodia per il trasporto, copri e proteggi obiettivi e GoPro Shorty, l’accessorio che si trasforma sia in treppiede che bastone per i selfie. E’ complessivamente leggermente grandino, non possiamo però lamentarci, poiché la qualità è decisamente elevata.

 

GoPro Max: conclusioni

In conclusione la GoPro Max è ottima, presenta un prezzo effettivamente elevato, corrispondente di base a 529 euro, ed è dedicata/consigliata ad un pubblico di nicchia, ovvero quasi esclusivamente a coloro che vogliono fare del video a 360° la propria scelta di vita. Se invece siete maggiormente interessati ad una action camera, allora conviene sicuramente puntare verso la più quotata e qualitativa GoPro Hero 8.

Di seguito trovate la nostra videorecensione ed un piccolo riassunto con punteggi effettivi.

GoPro Max

449 euro
7.4

Estetica e ergonomia

8.5/10

Hardware

7.5/10

Software e funzionalità

7.0/10

Batteria

7.0/10

Prezzo

7.0/10

Pros

  • Ergonomia e estetica
  • Qualità della stabilizzazione
  • Confezione di vendita
  • Applicazione ufficiale
  • Due sensori identici

Cons

  • Durata della batteria
  • Video in modalità Hero non superiori ai 1440p
  • Qualità di registrazione non al livello della GoPro Hero 8 Black