Seoul

Il governo della Corea del Sud ha usato 300 droni nel ciel per ringraziare i lavoratori in prima linea e per incoraggiare i cittadini a continuare a combattere contro la diffusione del coronavirus.

Il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti terrestri ha coordinato uno spettacolo di luci sincronizzate di 10 minuti che ha illuminato il cielo notturno sopra il fiume Han a Seoul, lo scorso 4 luglio.

Seoul, spettacolo di lui per incentivare i cittadini a continuare le misure restrittive

I droni hanno creato immagini di operatori sanitari in equipaggiamento protettivo insieme a immagini per incoraggiare le persone a rispettare le misure restrittive. Per evitare che grandi folle, lo spettacolo di luci è andato in diretta senza preavviso. Mentre la Corea del Sud viene spesso citata come esempio di un Paese che agisce rapidamente per contenere la diffusione di Covid-19, ad oggi ci sono nuovi contagi nel Paese.

La Corea del Sud ha riferito 63 nuovi casi confermati di Covid-19 sabato, ha dichiarato Kwon Joon-wook, vicedirettore dei CDC. Tra le infezioni a grappolo, 25 casi sono collegati a un appartamento a Uijeongbu, Gyeonggi, 61 casi sono collegati a un tempio a Gwangju e 24 a una chiesa a Anyang.

“È preoccupante che il virus si stia diffondendo più rapidamente rispetto ai casi passati”, ha affermato Kwon. Finora, la Corea del Sud ha avuto 13.244 casi con 11.970 persone rilasciate dalla quarantena, 989 persone attualmente in quarantena e 285 morti.